Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Una foresta grande quanto l’Inghilterra è sparita nel 2018: perduti 12 milioni di ettari

I titoli di Sky Tg24 delle 18 del 26/4/2019

2' di lettura

Il dato emerge dal rapporto di Global Forest Watch, applicazione per monitorare le foreste globali quasi in tempo reale, basato all'Università del Maryland. I Paesi più colpiti sono Brasile, Repubblica Democratica del Congo e Indonesia

Dodici milioni di ettari di foresta tropicale spariti nel 2018, un’estensione pari a quella dell’Inghilterra. E’ come se si perdessero 30 campi di calcio al minuto. Il dato emerge dal rapporto annuale di Global Forest Watch, applicazione web open source per monitorare le foreste globali quasi in tempo reale, basato all'Università del Maryland. Quella del 2018 è la quarta maggiore perdita di foresta tropicale dal 2001, da quando sono disponibili i dati dei satelliti. In Brasile si è verificata la perdita maggiore, circa un quarto del totale. (RISCALDAMENTO GLOBALE: LO SPECIALE)

Solo nel 2016 una deforestazione maggiore

L'anno record è stato il 2016, a causa del Niño (fenomeno climatico che provoca inondazioni, siccità e perturbazioni) e dei maxi-incendi in Brasile e Indonesia. Anche il 2017 era stato un anno caratterizzato da numeri negativi per le foreste tropicali. Le cause principali della deforestazione, secondo il dossier di Global Forest Watch, sono gli allevamenti industriali e l'agricoltura intensiva (olio di palma in Asia e Africa, soia e biocarburanti in Sudamerica).

Brasile, Congo e Indonesia i Paesi più colpiti

Un quarto della perdita di foresta tropicale nel 2018 si è avuto in Brasile. Seguono Repubblica Democratica del Congo e Indonesia, con un 10% a testa. Una pesante deforestazione si è registrata anche in Malesia e Madagascar. Quest'ultimo ha perso nel 2018 il 2% della sua foresta tropicale. Il rapporto di Global Forest Watch indica anche la perdita di foresta vergine, quella mai toccata dall'uomo: nel 2018 è stata di 3,6 milioni di ettari, l'equivalente del Belgio. Ancora una volta è stato il Brasile ad avere la peggio, con un terzo della perdita totale, seguito da Repubblica Democratica del Congo, Indonesia, Colombia e Bolivia.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"