L’ultimo rinoceronte bianco settentrionale ha contratto un’infezione

Sudan ha 45 anni, quindi da considerarsi estremamente anziano (Getty Images)
2' di lettura

L’animale, per cui si era spesa anche la nota app di dating Tinder, si è ammalato alla zampa destra. Anche a causa dell'età avanzata, rischia di non riuscire a reagire alla patologia. Con la sua morte la specie si estinguerebbe

Il rinoceronte bianco settentrionale rischia seriamente di estinguersi. Sudan, l’ultimo esemplare vivente di questa sottospecie, infatti, è gravemente malato. Lo ha annunciato la riserva animalista dove vive, Ol Pejeta Conservancy, nel Kenya centrale, spiegando che l’animale alla fine del 2017 ha contratto un'infezione legata all’età alla zampa posteriore destra. La patologia è stata prontamente curata ma, di recente, ne è stata scoperta una molto più profonda sotto quella iniziale. L'ong che gestisce la riserva, si legge in una nota apparsa sul sito dell’organizzazione, fa sapere che Sudan ha 45 anni, quindi da considerarsi estremamente anziano, e che a causa delle sue condizioni di salute "il suo futuro non appare roseo".

Cautamente ottimisti

Sebbene l’infezione sia molto aggressiva, l’Ol Pejeta Conservancy si dice "cautamente ottimista" ed è fiduciosa che l’animale possa rispondere positivamente alle terapie che gli stanno somministrando i veterinari della riserva. Accanto alle cure ad alleviare il dolore di Sudan, come dimostra una foto postata dall’ong su Facebook, è arrivata la pioggia che ha permesso all’animale di sguazzare nel fango, un’attività tra le sue preferite secondo i volontari del parco.

La ricerca finanziata da Tinder

Il rinoceronte bianco, di cui quello settentrionale è una sottospecie, è seriamente minacciato dal bracconaggio. Per evitarne l’estinzione nell’aprile del 2017 Tinder, la nota app di dating, in collaborazione con Ol Pejeta Conservancy, aveva lanciato una campagna di sensibilizzazione per trovare 9 milioni di dollari e assicurare una discendenza a Sudan. Con i fondi raccolti, infatti, è stata avviata una ricerca per studiare tecniche di riproduzione assistita. L’obiettivo è indurre una maternità surrogata in una compagna di un’altra sottospecie di rinoceronte bianco. 

Leggi tutto
Prossimo articolo