Scioglimento dell'Artico potrebbe "prosciugare" la California

Lo scioglimento dei ghiacci è una delle conseguenze del riscaldamento globale (Getty Images)
3' di lettura

Una ricerca pubblicata su Nature Communications ha individuato un nesso fra la riduzione della calotta artica e il livello di precipitazioni nello stato, già colpito dalla siccità nel recente passato

Fra il 2012 e il 2016 la California ha sperimentato una siccità invernale estremamente pronunciata. Una delle cause di questo fenomeno potrebbe risiedere a migliaia di chilometri di distanza, nel progressivo scioglimento della calotta di ghiaccio artico. Secondo una nuova ricerca pubblicata su Nature Communications, infatti, il calo della superficie di ghiaccio nell'Artide comporterebbe la formazione di aree in cui le precipitazioni divengono scarse nell'area della costa Pacifica degli Stati Uniti.

La ricerca

Lo studio, condotto dai ricercatori della California University di Berkeley e della Lawrence Livermore National Laboratory, individua un nuovo fenomeno climatico indotto dall'intervento dell'uomo nell'ambiente. Utilizzando alcuni modelli climatici, gli autori hanno scoperto un collegamento fra la perdita dei ghiacci artici e l'ammontare di precipitazioni nell'area della California. Mentre quest'ultima potrebbe soffrire sempre più di siccità, le piogge andrebbero a concentrarsi più a Nord, fra Alaska e Canada. Ciò sarebbe spiegato dalla formazione di una "cresta atmosferica" nel Pacifico settentrionale che bloccherebbe l'arrivo delle piogge più a sud, in California.

Effetti già visibili

"In media, se si considera un lasso di tempo ventennale, abbiamo scoperto un calo delle precipitazioni in California del 10-15%. Ciononostante, alcuni anni singoli possono essere molto più aridi e altri più ricchi di piogge", ha detto una delle autrici, Ivana Cvijanovic (Lawrence Livermore National Laboratory). "La recente siccità vista in California sembra essere una buona illustrazione di come possa apparire una diminuzione delle precipitazioni guidata dal ghiaccio", ha spiegato ancora la Cvijanovic. Allo stesso tempo non tutto il fenomeno osservato fra 2012 e 2016 può essere ricollegato allo scoglimento del ghiaccio nel Mar glaciale artico: lo studio infatti non attribuisce la siccità osservata in California al fenomeno, ma si limita a suggerire che questo potrebbe aver contribuito.

Le conclusioni

"Il nostro studio identifica una via in più attraverso la quale le attività umane possono alterare la frequenza di future siccità in California: ovvero per mezzo di un declino dei ghiacci artici causato dall'uomo", conclude l'autrice, "dobbiamo essere consapevoli che un crescente numero di studi, incluso questo, suggeriscono come la perdita della calotta del Mar glaciale non è solo un problema per le remote comunità dell'Artide, ma possono colpire anche milioni di persone nel mondo".

Leggi tutto
Prossimo articolo