Alla "Maker Faire" di Roma si esibisce una band di robot

3' di lettura

Il gruppo è formato da quattro elementi: un chitarrista, un batterista, un tastierista e un bassista, tutti frutto dell’intelligenza artificiale. Il progetto è stato realizzato dal team di studenti dell'ITST "Guglielmo Marconi" di Campobasso

Una band composta da soli robot si esibirà a Roma in occasione della "Maker Faire", la fiera espositiva che celebra il “fai da te” in ambito tecnologico e che è in programma nella Capitale dall’1 al 3 dicembre. Il gruppo, composto da un chitarrista, un batterista, un tastierista e un bassista è il frutto del progetto di alcuni studenti dell'ITST "Guglielmo Marconi" di Campobasso.

La band robotica

Quella che salirà sul palco di Roma per il "Maker Faire" è una classica band composta da quattro element, con una particolarità: sono tutti robot. Il gruppo è stato messo a punto dai ragazzi dell'ITST "Guglielmo Marconi" di Campobasso. È costituita da microcontrollori programmati con tracce musicali limitate solo dalla memoria disponibile. I microcontrollori sono il fulcro delle azioni dei robot poiché ne controllano i motori passo-passo, gli attuatori e i servomotori che, a loro volta, gestiscono parti meccaniche appositamente progettate. Il sistema di controllo, invece, è gestito da un’applicazione sviluppata dagli studenti, che hanno imparato a implementare, simulare e creare sistemi automatizzati. I quattro androidi che suonano i vari strumenti musicali sono accompagnati anche da un robot ballerino. Per la scuola molisana, peraltro, non si tratta della prima partecipazione alla fiera. Aveva, infatti, già preso parte alle edizioni 2015 e 2016 presentando rispettivamente un robot chitarrista e un robot batterista.

La fiera della tecnologia 'fai da te'

La "Maker Faire" è una delle più importanti fiere espositive in ambito tecnologico, un evento dedicato soprattutto alle famiglie, il cui obiettivo è esaltare la creatività, l’innovazione e la cultura del “fai da te”. Dall’1 al 3 dicembre si terrà la quinta edizione dell’evento al quale partecipano, in maniera trasversale, appassionati di ogni età. La fiera è nata nel 2006 nella Bay Area di San Francisco come progetto della rivista “Make: magazine”. Da allora la sua risonanza è cresciuta anche a livello globale e la “Maker Faire” si è allargata in una grande rete mondiale di eventi di punta e di eventi indipendenti. Tra le kermesse più famose ci sono San Mateo in California, Detroit, New York e Roma. Quella che andrà in scena dall’1 al 3 dicembre è la quinta edizione ospitata dalla Capitale. La kermesse del 2016 ha fatto registrare oltre 110 mila presenze, 600 progetti esposti e centinaia di conferenza e workshop.

Leggi tutto
Prossimo articolo