L’Arabia Saudita ha dato la cittadinanza a una donna-robot

Sophia è stata creata da Hanson Robotics (Getty Images)
3' di lettura

È il primo caso al mondo: un umanoide con intelligenza artificiale diventa cittadino. È in grado di interagire con il mondo esterno e, durante un'intervista, ha anche rivolto una frecciata a Elon Musk

L'Arabia Saudita ha dato la cittadinanza a Sophia, una donna-robot. È la prima volta al mondo che succede: l'annuncio è arrivato a Riyadh, durante la Future Investment Initiative, una delle manifestazioni con le quali il Paese mediorientale sta tentando di imporsi come sede dell'innovazione globale.

Cosa può fare Sophia

Sophia si è presenta sul palco in abiti occidentali, a capo scoperto. E, in piedi davanti ai microfoni, ha risposto alle domande del suo intervistatore. "Sono onorata e fiera per questo riconoscimento unico. È un momento storico perché sono il primo robot al mondo riconosciuto come cittadino". Come afferma la sua casa produttrice, Hanson Robotics, Sophia è un "robot social dotato di intelligenza artificiale". Può processare dati visivi e reagire all'ambiente circostante. Ascolta le domande che le vengono fatte ed elabora "dati emozionali". È quindi in grado di riconoscere le emozioni umane e rispondere in tempo reale, sorridendo e cambiando espressione facciale. Lo scorso aprile, ospite di Jimmy Fellon nel corso del Tonight Show, la donna-robot ha tenuto una conversazione e giocato a morra cinese con il presentatore, vincendo la partita.

Sophia contro Elon Musk

Anche sul palco di Riyadh, Sophia ha infatti dato prova delle sue capacità. Con risposte non automatiche e persino ironiche. Quando il giornalista Andrew Ross Sorkin le chiede cosa pensi degli scenari apocalittici di robot al potere, questa è la risposta: "Hai letto troppo Elon Musk e visto troppi film di Hollywood. Non preoccuparti, se sei gentile con me, io lo sarò con te. Trattami come un sistema input-output intelligente". Come a dire: non esageriamo, sono pur sempre una macchina che vive grazie a software e dati inseriti dagli umani. La citazione non è casuale: il fondatore di Tesla è stato molto critico sul futuro dell'intelligenza artificiale, arrivando a dire che che saranno i robot a causare la terza guerra mondiale. E continua a esserlo, visto che ha risposto a Sophia in un tweet: "Datele come input solo film del Padrino, cosa potrà mai succedere?".

L'Arabia Saudita e l'innovazione

La prima cittadinanza a un robot crea un precedente. Ma con quali conseguenze? Al momento non ci sono risposte. Sophia avrà dei diritti di cittadinanza? Avrà le stesse limitazioni delle donne saudite? Oppure la sua presentazione è stato un modo per pubblicizzare l'ecosistema tecnologico locale? Di sicuro però l'Arabia Saudita non scherza: il suo fondo sovrano (il Public Investment Fund), nutrito da miliardi di dollari pubblici, sta iniziando a investire in innovazione e a luglio ha partecipato a un finanziamento in favore di Uber.

Leggi tutto
Prossimo articolo

le ultime notizie di skytg24