Black friday 2017: cos'è e come funziona la giornata dei super-sconti

4' di lettura

Il venerdì nero è nato negli Stati Uniti ma è ormai una consuetudine anche in Italia: quest'anno cadrà il 24 novembre e si annuncia il più ricco di sempre

Black friday vuol dire shopping. Nata negli Stati Uniti, questa ricorrenza commerciale si è diffusa ovunque. Ed è diventa una tradizione anche in Europa, sia nei negozi tradizionali che sulle piattaforme di e-commerce. Il black friday 2017 cadrà il 24 novembre: è già iniziato il conto alla rovescia.

Come nasce il black friday

Il black friday è fissato ogni anno nel primo venerdì successivo al giorno del Ringraziamento. Anche se molti si ridurranno ad acquistare a poche ore dalla vigilia, la ricorrenza apre per convenzione la lunga stagione degli acquisti natalizi. La sua origine, come suggerisce il calendario, che lega il black friday a una festività tipicamente americana, è statunitense. Ma non sono certi né la data di battesimo né l'origine del nome. Si inizia a parlare di venerdì nero nei primi anni '50, anche se la consacrazione di massa arriva nel 1975, quando l'espressione "black friday" fa la sua comparsa in un articolo del New York Times.

Perché il venerdì è nero?

Ma perché definire "nero" un giorno che, per consumatori ed esercenti, non è certo negativo? L'ipotesi più accreditata sarebbe legata al traffico. La congestione registrata in alcune città, come Filadelfia e Rochester, fece definire la giornata "nera" per la mobilità urbana. Nel tentativo di rimuovere questa connotazione negativa, non mancarono i tentativi di ribattezzare la ricorrenza con un termine più allegro, come "Big Friday", un'alternativa che non ha mai preso piede. C'è anche un'altra versione, che lega la nascita del nome ai bilanci dei negozi. Un tempo si era soliti indicare le perdite con il rosso e i guadagni con il nero. In questa accezione il venerdì in questione era nero perché segnava la svolta negli affari, con i bilanci dell'anno che passano dal passivo all'attivo.

Gli sconti

Il Black Friday si caratterizza per una serie di sconti a tempo. Sulle piattaforme online, è di solito molto ridotto. Mentre nei punti vendita fisici le offerte vanno spesso oltre l'arco delle 24 ore. Nonostante sia nato dai negozi tradizionali (e nonostante i siti di e-commerce abbiano una propria giornata di sconti, il "cyber monday", che arriva tre giorni dopo) anche il web approfitta del venerdì nero. E sono spesso online le offerte che vanno a ruba, perché disponibili già allo scoccare della mezzanotte, mentre non tutti i negozi possono permettersi un'apertura 24 ore su 24. La velocità sarà quindi importante per aggiudicarsi le offerte migliori. Ma con giudizio: come in tutti i casi di sconti eccezionali, vanno valutati i reali prezzi di partenza per capire se si tratta di un vero affare oppure no.

Le previsioni per l'edizione 2017

Salesforce, la piattaforma digitale che aiuta le imprese a gestire gli utenti, ha predetto che il "black friday" 2017 sarà la più ricca giornata di sconti di sempre, superando anche il "cyber monday" del 2016. Analizzando milioni di interazioni online, la società conferma che per fare affari bisogna muoversi in fretta: si anticipa così l'orario più affollato, che è tra le 20 e le 22 del 24 novembre. Quel giorno, il traffico delle piattaforme online crescerà del 60% rispetto a un giorno medio e il 40% degli acquisti sarà concluso via smartphone. 

Leggi tutto
Prossimo articolo

le ultime notizie di skytg24