EasyJet annuncia aereo passeggeri elettrico entro 10 anni

Il prototipo dell'aereo elettrico di EasyJet e Wright Electric (easyJet)
2' di lettura

Il velivolo dovrebbe avere un'autonomia di 540 chilometri, abbastanza per coprire la distanza tra Londra e Parigi. La compagnia punta, entro 20 anni, ad azzerare le emissioni di Co2 sui voli a corto raggio

Un aereo di linea elettrico al 100% entro dieci anni. È la sfida lanciata da EasyJet e Wright Electric: le due società hanno infatti stretto una partnership per sviluppare voli spinti da energie rinnovabili. Sarebbe una tappa intermedia verso un obiettivo più ampio: emissioni zero su tutte le tratte a corto raggio da qui ai prossimi 20 anni.

Da Londra a Parigi

Il prototipo dell'aereo elettrico è stato presentato da EasyJet durante l'"Innovation Day" di Londra. Il velivolo dovrebbe avere un’autonomia di 540 chilometri, distanza entro la quale avviene il 20% dei collegamenti della compagnia. Significherebbe volare spinti da energia elettrica da Londra a Parigi, Bruxelles, Amsterdam, Colonia, Glasgow ed Edimburgo. O da Ginevra a Parigi, Nizza, Pisa, Tolosa e Venezia. Una prospettiva alla quale contribuirà Wright Electric, una società fondata nel 2016 proprio con l'obiettivo di ridurre l'impatto sull'ambiente attraverso un'aviazione "green" e che ha già sviluppato un aereo elettrico a due posti fornendo la prova che la tecnologia funziona, anche se su scala minore. La prossima sfida sarà adattarla a mezzi di dimensioni molto maggiori. Il Ceo di EasyJet, Carolyn McCall, è convinto che la svolta elettrica, dopo aver colpito il settore automobilistico, arriverà anche nei cieli: "Non si tratta di capire 'se' ma 'quando' un aereo elettrico a corto raggio potrà volare".

Riduzione dell'impatto ambientale

L'aereo elettrico è stata una delle novità orientate al risparmio energetico. Il gruppo ha infatti anche commissionato nuovi Airbus della gamma "neo", che assicurano una riduzione delle emissioni del 15%: ad oggi EasyJet ha preso in consegna due A320 di nuova generazione, entro il 2022 ne arriveranno altri 98. A questi si aggiungono altri 30 A321neo, con la prima consegna prevista nel luglio 2018. Nel corso dell'"Innovation Day", la compagnia ha annunciato pure l'adozione (in via sperimentale) di un sistema a idrogeno che azzera le emissioni in fase di rullaggio, mentre nell'aeroporto di Londra Gatwick arriveranno nuovi rimorchiatori elettrici che saranno impiegati per la movimentazione dei 60 velivoli della compagnia nell'hub inglese.  

Leggi tutto
Prossimo articolo

le ultime notizie di skytg24