Twitter, addio al limite dei 140 caratteri: si raddoppia a 280

1' di lettura

Lo scorso anno il social network aveva già deciso di escludere i link dal conteggio delle battute. Si partirà solamente con alcuni utenti, per poi rendere universale il cambiamento

Per tentare di uscire dalla crisi che lo vede bloccato da anni a poco più di 300 milioni di utenti, contro i 2 miliardi di Facebook, Twitter per la prima volta dalla sua nascita nel 2006 gioca la carta di raddoppiare lo spazio per i suoi utenti, portando il numero massimo di caratteri di un 'cinguettio' dagli attuali 140 a 280 caratteri.

Inizialmente disponibile solo per alcuni utenti

Le uniche lingue ad essere escluse dalla rivoluzione saranno il giapponese, il cinese ed il coreano. Inizialmente l'opportunità sarà ristretta ad una parte degli utenti Twitter per poi divenire disponibile a tutti.

Link già esclusi dal conteggio

Twitter in realtà già dallo scorso anno aveva iniziato ad essere più permissiva non contando i link a pagine web nel limite 'caratteriale'. Ora il cambio: l'esclusione del giapponese e delle altre lingue 'orientali' è legata al fatto che da uno studio interno si è visto che il 9% di chi cinguetta in inglese raggiunge il limite odierno di 140 caratteri mentre grazie alla maggiore immediatezza del giapponese, ad esempio, solo lo 0,4% dei cinguetti nipponici raggiunge l'attuale blocco.

Leggi tutto
Prossimo articolo

le ultime notizie di skytg24