Windows 10, in fase di test un aggiornamento per proteggere i dati

Ad essere interessate dall'aggiornamento saranno le cartelle del sistema operativo (Getty Images)
2' di lettura

Il colosso statunitense sta sperimentando nuovi accorgimenti per far fronte alle falle riscontrate durante i cyber-attacchi dei giorni scorsi. Tra le novità anche un servizio di notifica nel caso di intrusione non autorizzata

Il nuovo virus, simile a WannaCry, che negli scorsi giorni ha colpito l’Ucraina per poi propagarsi in diversi Paesi, tra cui l'Italia, ha sfruttato un gap di sicurezza nel sistema operativo più usato al mondo: Microsoft Windows. Anche per questa ragione la società fondata da Bill Gates starebbe lavorando a un aggiornamento per proteggere i dati più importanti sul pc dell’utente da questo tipo di ransomware. A dare la notizia è il sito specializzato The Verge, secondo il quale il nuovo update sarà pronto per il prossimo autunno.

 

Anteprima delle modifiche

Secondo le analisi compiute da Microsoft in questi giorni: "il ransomware utilizza diverse tecniche per propagarsi, compresa quella che è stata affrontata da un aggiornamento della sicurezza già diffuso per tutti i sistemi - da Windows XP a Windows 10 – denominato MS17-010", ha indicato un portavoce del gruppo. Per migliorare il livello di sicurezza, però, il colosso statunitense ha fornito una versione ulteriormente aggiornata ai propri "tester", utenti che hanno il compito di provare le novità in anteprima. Tra i nuovi accorgimenti c’è una funzionalità che consente un accesso controllato alle cartelle in Windows Defender Antivirus, il programma che aiuta a prevenire virus e malware sul sitema operativo. Con questo strumento, qualora venisse approvato, gli utenti potranno specificare un elenco di cartelle speciali il cui accesso verrà monitorato dal sistema operativo stesso. Se avverrà un’intrusione da uno dei programmi inseriti nella lista dei "rischiosi", la nuova funzionalità genererà una notifica per avvertire del pericolo l’utente, che avrà cosìmodo di attuare le necessarie contromisure e proteggere i propri dati.

 

Invito alla prudenza

Il test delle nuove funzionalità delle cartelle è stato confermato a The Verge anche da Dona Sarkar, responsabile del programma Microsoft Insiders del colosso americano, che ha dichiarato: "Se un'applicazione tenta di apportare modifiche ai file contenuti nelle cartelle monitorate e l'applicazione stessa è elencata tra quelle a rischio, l’utente riceverà in maniera tempestiva una notifica sul tentativo non autorizzato". In generale, Microsoft ha assicurato di continuare a lavorare "per proteggere i suoi clienti", che invita alla prudenza soprattutto nell'apertura di allegati provenienti da indirizzi e-mail sconosciuti. Sono infatti qust'ultimi i vettori preferiti degli hacker per la diffusione dei virus informatici.

Leggi tutto