Tesla, vicino l'accordo con Shanghai per produrre in Cina

Tesla è stata creata dal cofondatore di PayPal, Elon Musk (Getty Images)
2' di lettura

La realizzazione di vetture sul suolo asiatico permetterebbe alla società fondata da Elon Musk di evitare l'imposizione di forti dazi sulle importazioni

Tesla, il noto costruttore di auto elettriche ad alte prestazioni, è vicino a siglare un accordo che consentirà di produrre i suoi veicoli in Cina; per farlo, dovrà però prima stringere una joint venture con un partner locale, che non è ancora trapelato dalle indiscrezioni. Lo scrive l'agenzia Bloomberg citando alcune fonti a contatto con l'affare. Per qualsiasi produttore di automobili avviare la produzione sul suolo cinese permette di evitare i pesanti dazi che Pechino impone alle auto importate dall'estero (specialmente quelle ad alto valore).

Le coordinate dell'affare

Secondo quanto è stato anticipato, l'accordo è in corso fra l'azienda fondata da Elon Musk e la città di Shanghai; una volta ultimato il deal, Tesla potrebbe avviare la sua produzione nell'area industriale Lingang. La conferma sarebbe attesa entro questa settimana. Per l'azienda americana penetrare nel mercato cinese "dall'interno" consentirebbe di rivolgersi al mercato di auto elettriche più grande del mondo: la Cina, infatti, ha superato gli Stati Uniti nel 2015 (l'anno scorso sono state vendute, nel Paese del Dragone, circa 500mila unità elettriche).

La produzione in Cina

Avviare una produzione in loco è un aspetto fondamentale, poi, per rendere le Tesla più accessibili ai consumatori cinesi: in questo modo andrebbe infatti a decadere, il dazio del 25% che attualmente rende i modelli del marchio più cari in Cina rispetto agli Stati Uniti. Nonostante ciò, nel corso del 2016, il fatturato realizzato da Tesla nel Paese asiatico è triplicato, salendo a 1 miliardo di dollari.

I numeri di Tesla

La società di Musk ha prodotto, nel 2016, 80mila vetture; il piano aziendale, però, è quello di portare tale cifra a quota 500mila entro il 2018. Piani ambiziosi, che hanno convinto il mercato e spinto il titolo azionario a una crescita del 73% da inizio anno (fino a superare la capitalizzazione di mercato del colosso GM lo scorso aprile). A luglio Tesla svelerà il nuovo modello "popolare" della gamma, il Model 3: sarà una sedan elettrica di dimensioni contenute e dal prezzo più accessibile.

Leggi tutto