Google lancia una ricerca specifica per le offerte di lavoro

Google è uno dei maggiori colossi del settore tecnologico al mondo (Getty Images)
2' di lettura

Si chiama Google for Jobs e sarà in grado di aggregare da molteplici fonti gli annunci di lavoro rilevanti per l'utente. A breve l'uscita negli Stati Uniti

Google ha tolto il velo dalla sua ultima novità: uno strumento di ricerca per gli annunci di lavoro in grado di aggregare diverse fonti e di filtrare dettagliatamente i risultati. Si chiama Google for Jobs ed è un progetto che sarà operativo nel giro di poche settimane negli Stati Uniti, come ha comunicato il Ceo di della società, Sundar Pichai, nel corso della Google I/O 2017.

Come funziona

Google for Jobs si presenta come una sorta di aggregatore intelligente di annunci di lavoro provenienti da svariate fonti: LinkedIn, Facebook, Careerbuilder Monster, Glassdoor e altri ancora. Rispetto ai servizi dai quali il motore di ricerca estrae gli annunci, si viene a creare una collaborazione e non una competizione. La nuova funzione si dovrebbe attivare automaticamente quando l'utente digiterà le “parole chiave” attribuite alla ricerca di lavoro: Google potrà allora incrociare tutte le offerte d'impiego inerenti al settore ricercato. Ad esempio, cercando il settore delle vendite al dettaglio, compariranno sia i posti di lavoro come “cassiere” sia quelli di “store manager”. I risultati della ricerca, inoltre, potranno essere filtrati sulla base della retribuzione, della tipologia di contratto, della distanza dal luogo in cui ci si trova e di altri parametri. Infine, un bottone “apply” permetterà di inviare la candidatura direttamente attraverso l'interfaccia di Google.

La sfida

“Il 46% dei datori di lavoro affermano di dover fare i conti con carenze di personale qualificato e hanno problemi a riempire le posizioni lavorative aperte”, ha detto Pichai durante la preview, “mentre chi cerca lavoro potrebbe trovarsi proprio alla porta accanto. C'è una grossa disconnessione”. Colmare questa lacuna è lo scopo principale di Google for Jobs. “Personalmente sono entusiasta di questa iniziativa perché affronta un'importante necessità e sollecita le nostre capacità fondamentali come azienda attiva nella ricerca e l'organizzazione delle informazioni, dall'intelligenza artificiale al machine learning", ha aggiunto Pichai. L'arrivo di questa nuova funzione di Google, che sarà avviata a breve negli Stati Uniti, è previsto anche in altri Paesi.

Leggi tutto