Le chiamate vocali arrivano su Telegram: ecco come funzionano

Telegram si rinnova con le chiamate vocali (Getty Images)
2' di lettura

L'app di messaggistica insegue WhatsApp e attiva la nuova funzione. Con un nuovo sistema di verifica basato sulle emoji e l'ottimizzazione audio affidata all'intelligenza artificiale

Le chiamate sono arrivate anche su Telegram. La nota applicazione di messaggistica si allinea al principale concorrente, Whatsapp, e avvia la nuova funzione che permetterà di avviare una conversazione vocale con un altro utente. L'opzione è già disponibile in Europa occidentale (Italia compresa) e sarà "presto" estesa al resto del mondo. Per poterne usufruire sarà sufficiente scaricare l'ultimo aggiornamento di Telegram.

 

Verifica con le emoji - "Nei mesi scorsi abbiamo lavorato duramente per essere certi che le chiamate vocali su Telegram fossero le migliori per qualità, velocità e sicurezza", si legge sul post di lancio comparso sul blog dell'azienda russa. "Adesso l'attesa è finita". L'interfaccia è molto simile a quella del rivale Whatsapp: semplice e intuitiva, con la foto profilo del contatto con cui dialoghiamo a tutto schermo. Telegram ha inoltre dato grande importanza al tema sicurezza, questione da sempre a cuore degli sviluppatori. Sin dagli esordi, infatti, l'applicazione ha fatto ricorso la crittografia end-to-end, che riserva i contenuti della conversazione ai soli partecipanti, anticipando Whatsapp, che ha introdotta questo tipo di protezione solo successivamente. Il lancio delle conversazioni vocali non fa eccezione sul fronte privacy. Quando si accetta la telefonata, sul display (in alto a destra) compariranno 4 emoji. Se sono le stesse sullo schermo di chi chiama e di chi riceve, vuol dire che la comunicazione è sicura. Il sistema di verifica, quindi, è molto semplice. Anche se pare difficile immaginare che molti utenti confrontino davvero le emoji durante la conversazione.

 

Il ruolo dell'intelligenza artificiale – Le chiamate vocali avranno il supporto dell'intelligenza artificiale. Telegram registrerà diversi parametri per ottimizzare le conversazioni e adatterà le telefonate in tempo reale. La qualità dell'audio sarà maggiore se gli utenti sono agganciati a reti wi-fi stabili, in caso contrario, l'app risparmierà dati per garantire comunque una telefonata senza interruzioni. Telegram promette di "migliorare con il tempo" perché sarà in grado di imparare le condizioni che ricorrono spesso tra due utenti.

 

Il controllo delle chiamate – Se, anche in caso di connessione rapida, voleste comunque risparmiare, basta attivare un'opzione dedicata: "Usa meno dati". Le chiamate vocali sono aperte in teoria a tutti gli utenti di Telegram. Ma la libertà di utilizzare questo canale è controllabile in modo piuttosto preciso. Si può infatti decidere di rinunciare alla nuova funzione, di riservarla solo ai propri contatti o di bloccare singoli utenti.  

Leggi tutto