Le consegne con i robot arrivano in Silicon Valley e a Washington

Uno dei robot attivi negli Stati Uniti per le consegne (foto Starship technologies)
1' di lettura

Dopo l'esordio a Londra con Just Eat, la startup Starship technologies porta i suoi veicoli a sei ruote e guida autonoma negli Usa. Trasportano cibo a domicilio ma, almeno per ora, hanno bisogno di un "accompagnatore" 

Stessa startup, nuove città: le consegne a domicilio con i robot arrivano negli Stati Uniti. I piccoli veicoli sono sviluppati da Starship technologies, la società estone che ha già esordito a Londra, in collaborazione con Just eat. Adesso porteranno cibo nelle case di Redwood City (in California) e Washington.

 

 

Come funzionano le consegne - Come nel caso inglese, il servizio coinvolge società di food delivery: Postmates e DoorDash. I robot hanno sei ruote, sono alti circa 60 centimetri e pesano (senza carico) meno di 20 kg. Viaggiano a circa 6 km/h e trasportano una consegna alla volta. Tecnicamente sono in grado di muoversi in autonomia e arrivare all'indirizzo di consegna senza l'aiuto umano. Ma in questa fase sperimentale dovranno essere accompagnati da un gestore.

Il robot raggiunge il ristorante, viene caricato con l'ordinazione e la trasporta all'indirizzo stabilito. Postmates consente agli utenti di escludere i robot, mentre DoorDash non ammette questa opzione. In entrambi i casi, comunque, i prezzi restarenno quelli di sempre, con tariffe identiche per consegne umane o automatizzate. Al momento, comunque, i veicoli a sei ruote dovrebbero coprire una fetta molto ridotta del traffico, con una decina di ordinazioni al giorno e solo nelle ore diurne.

 

 

Il mercato dei robot a domicilio – Anche se il numero delle consegne resta esiguo, i numeri dei robot-fattorini iniziano a essere significativi. Starship technologies, società estone nata dall'idea di due co-fondatori di Skype (Ahti Heinla e Janus Friis), è già operativa a Londra e ha avviato test in una quarantina di città europee.

La startup ha appena incassato un finanziamento da 12,5 milioni di dollari, partecipato (tra gli altri) da Daimler, Shasta ventures e Matrix partners. Dovrà vedersela con alcuni concorrenti in crescita. Come Dispatch, che ha ottennuto 2 milioni di dollari da Andreessen Horowitz, uno dei venture capital più influenti della Silicon Valley, per consegnare con i robot cibo nei campus universitari. Senza dimenticare i concorrenti volanti, cioè le società e le catene che stanno preferendo le consegne con i droni a quelle via terra.

Leggi tutto