Cinque case produttrici si contendono il prossimo film di James Bond

Daniel Craig è stato James Bond nelle ultime quattro pellicole (Getty Images)
2' di lettura

Scaduto il contratto con Sony, i detentori dei diritti dell'agente 007 sono in cerca di un nuovo partner. Secondo quanto riporta il New York Times, gli studios in lizza sarebbero cinque 

Chi distribuirà il prossimo film di James Bond? Il contratto con Sony Pictures Entertainment è infatti scaduto. E le due società che detengono i diritti di 007, MGM ed Eon, sono alla ricerca di un nuovo partner: i pretendenti non mancano di certo.

Chi è in corsa

Alla porta di MGM ed Eon c'è la fila. Sony, che ha distribuito le ultime quattro pellicole non intende demordere. Ma dovrà battere, secondo il New York Times, la concorrenza di Warner Bros., Universal Pictures, 20th Century Fox e Ananpurna. Le prime tre sono major storiche, che da decenni si spartiscono buona parte della torta di Hollywood. Annapurna è la novità: ha dimensioni più contenute ma un portafoglio capace. A guidarla è infatti Megan Ellison, figlia di Larry, fondatore di Oracle e settimo uomo più ricco del mondo. Fuori dalla corsa, invece, sarebbero altri due giganti: Paramount (che attraversa un periodo di transizione tra vecchio e nuovo management) e Walt Disney Studios (che invece opta per la valorizzazione del proprio portafoglio, senza nuove acquisizioni).

Bond 25: il prossimo film

L'ultimo contratto firmato con Sony è coinciso con l'era Craig. Quattro film (Casino Royale, Quantum of Solace, Skyfall e Spectre), capaci di incassare 3,4 miliardi di dollari. Rispetto al vecchio accordo, però, MGM ed Eon sembrerebbero intenzionate a optare per un'altra strada: siglare un contratto per la distribuzione di una sola pellicola, in modo da promuovere (di volta in volta) un'asta che spinga il prezzo all'insù. I detentori dei diritti hanno dalla loro la certezza del marchio James Bond. Tanto più che l'incognita del nuovo volto pare essersi dissipata: Daniel Craig, che inizialmente sembrava orientato a rifiutare il ruolo da protagonista, sembra ora propenso a interpretare l'agente segreto anche nella prossima pellicola. Il suo titolo per ora è semplicemente Bond 25 e la sceneggiatura è stata affidata a Robert Wade e Neal Purvis: anche in questo caso, due certezze visto che hanno scritto gli ultimi sei film di Bond. Alla squadra manca solo il nome del regista. A scanso di equivoci, Sam Mendes, l'uomo dietro la macchina da presa dell'ultima pellicola (Spectre), ha già declinato l'invito.  

Leggi tutto