Su Marte potrebbero crescere le patate, un test della Nasa lo dimostra

Marte (Getty Images)
1' di lettura

Gli esperti dell'International Potato Center, in collaborazione con l'agenzia spaziale statunitense, hanno piantato i tuberi in ambienti con condizioni simili a quelle del Pianeta Rosso, con ottimi risultati

Andy Weir ci aveva visto giusto. Nel libro “The Martian”, dello scrittore californiano, il protagonista Mark Watney cercava di sopravvivere coltivando patate sulla superficie del Pianeta Rosso. Uno scenario non così improbabile, almeno stando ai risultati di un nuovo esperimento condotto dall’International potato Center (Cip) di Lima, in collaborazione con la Nasa e l'Università di Ingegneria e Tecnologia (Utec) della capitale peruviana. Oltre a provare che sarebbe possibile far crescere i tuberi sul suolo marziano, lo studio presenta anche implicazioni positive per l'agricoltura terrestre in ambienti estremi.

 

 

L’esperimento – Il Cip ha iniziato la seconda fase della sperimentazione il 14 febbraio 2016 in Perù, nei terreni asciutti del deserto “Pampas de La Loya”. Le patate sono state piantate in un CubeSat, un ambiente ermetico costruito per ricreare le condizioni dell’ambiente di Marte. All’interno di questi piccoli satelliti, solitamente di forma cubica, un sistema automatico eroga acqua ricca di sostanze nutritive e riproduce anche la pressione dell'aria, l'ossigeno e i livelli di biossido di carbonio del Pianeta Rosso. Il congegno trasmette inoltre le informazioni in tempo reale e calcola le previsioni riguardanti la germinazione delle patate. “Se le patate riescono a tollerare le condizioni e le temperature a cui sono esposte nel CubeSat, c’è una buona possibilità che possano crescere anche su Marte. Faremo diversi esperimenti per capire quale varietà si adatta meglio: vogliamo capire quali sono le condizioni minime di cui una pianta ha bisogno per sopravvivere”, ha spiegato il ricercatore associato Nasa-Seti Julio E. Valdivia in una nota del Cip.

 

Vantaggi per l’agricoltura - La ricerca potrebbe avere dei vantaggi anche per l’agricoltura terrestre in zone non particolarmente fertili. Per portare a termine i loro esperimenti, i ricercatori hanno fatto crescere patate che possono tollerare un suolo molto salato e un ambiente molto arido: "È stata una piacevole sorpresa scoprire che le piante che abbiamo fatto crescere per tollerare stress abiotici siano state in grado di produrre tuberi in queste condizioni", ha detto l'allevatore del Cip Walter Amoros. "I risultati indicano che i nostri sforzi nel far crescere varietà di patate ad alto potenziale nutritivo per evitare crisi alimentari nelle aree colpite o interessate dal cambiamento climatico, stanno funzionando” ha concluso l’esperto. Mark Watney, del resto, aveva scelto di piantare patate su Marte proprio perché erano l'alimento con il più alto valore nutritivo a sua disposizione.

Leggi tutto