Parte la corsa per mappare il corpo umano, cellula per cellula

Cellule viste attraverso un microscopio confocale (Getty Images)
1' di lettura

Esponenti della comunità scientifica internazionale lavorano a Human cell atlas: atlante interattivo che permetterà di esplorare i tessuti grazie alla realtà virtuale. Per poter migliorare la nostra comprensione dei meccanismi che regolano patologie come i tumori e l'Azheimer

Diversi progetti di ricerca che convergono verso un unico obiettivo: realizzare una sorta di Google maps interattiva del corpo umano. Questa mappa tridimensionale permetterebbe di "navigare" attraverso i tessuti grazie alla realtà virtuale, ottenendo informazioni preziose su localizzazione, morfologia e attività delle cellule. Tutte informazioni che ci aiuterebbero a comprendere meglio quali meccanismi ci siano dietro le diverse patologie.

Lo Human Cell Atlas – Nonostante sia ancora confinato alla carta, questo progetto ha già un nome: si chiama Human cell atlas. Un piano ambizioso che vede impegnata la comunità scientifica internazionale: medici, biologi, tecnici, fisici e matematici, scienziati computazionali e ingegneri del software. Tutti riunitisi tra il 23 e il 24 febbraio presso l'Università di Stanford, in California.




Un atlante libero per aiutarci a curare le malattie – ''Rendendo questo atlante accessibile ai ricercatori di tutto il mondo – si legge sulla pagina web dedicata all'iniziativa – sarà possibile migliorare la comprensione dello sviluppo umano e della progressione di malattie come il cancro, l'Alzheimer e l'asma”. In futuro, inoltre, la mappa potrebbe indicare la strada per sviluppare nuovi strumenti diagnostici e nuove terapie.

Verso una mappa interattiva del tumore al seno – In attesa che questa grande iniziativa si realizzi, i singoli Paesi giocano le loro carte. Secondo quanto scrive "Nature" in un articolo che fornisce un quadro generale dei progressi finora raggiunti in questo ambito, in particolare nel Regno Unito sono stati annunciati nuovi progetti di ricerca milionari “in gara” per realizzare degli atlanti interattivi sui tumori. Come quello dei ricercatori dell’Università di Cambridge coordinati dal biologo molecolare Greg Hannon, che hanno utilizzato un modello di realtà virtuale per riuscire a spostarsi dentro e fuori i vasi sanguigni e nelle cellule del sistema immunitario. Un progetto che, secondo quanto annunciato dal Cancer research Uk, Istituto britannico di ricerca sul cancro, riceverà fino a 23 milioni di euro per i prossimi cinque anni. Obiettivo: sviluppare una mappa interattiva sul tumore al seno.



Altri progetti simili
Il 6 febbraio scorso, invece, un team del Weizmann Institute, in Israele, ha realizzato una mappa dettagliata delle cellule dei lobuli epatici (le unità funzionali del fegato) di un topo, arrivando a ricreare modelli di espressione genica nelle singole cellule che si trovano a livello dell’interfaccia tra i diversi strati che le compongono. Sempre nel Regno Unito, invece, il team del National Physical Laboratory di Teddington, vicino a Londra, guidato da Josephine Bunch, sta sviluppando atlanti tumorali con informazioni dettagliate sulle molecole che portano alla formazione del cancro. Quest'ultimo progetto riceverà un finanziamento di oltre 15 milioni di euro.

La speranza – La comunità scientifica spera che la realizzazione di queste nuove mappature cellulari possa in futuro fornire maggiori informazioni sui fattori che influenzano la risposta delle patologie, come ad esempio i tumori, al trattamento.

Leggi tutto