Pfizer abbandona ricerca Alzheimer e Parkinson per scarsi risultati

1' di lettura

Il colosso farmaceutico americano destinerà altrove le risorse. Ma la decisione di interrompere gli studi sulle due malattie potrebbe porteare al licenziamento di 300 dipendenti

Pfizer, colosso farmaceutico americano, ha abbandonato la lotta contro il Parkinson e l'Alzheimer dopo ingenti investimenti che non hanno portato i risultati attesi. L'annuncio di Pfizer, riportato dal Wall Street Journal, potrebbe causare il licenziamento di 300 dipendenti nei centri di ricerca in Massachusetts e Connecticut.

Risorse investite in altri campi

La Pfizer avrebbe deciso di investire altrove, su altri campi di ricerca, le proprie risorse. Gli sforzi di trovare un 'antidoto' alla demenza che colpisce decine di milioni di persone nel mondo sono stati costosi ma futili, ha spiegato la società, che ha quindi deciso di abbandonare la strada intrapresa. Lo stesso destino toccherà anche alla ricerca contro il Parkinson, per il quale non è stato ancora trovato un trattamento risolutivo. La casa farmaceutica ha comunque assicurato che continuerà ad investire nello sviluppo di medicine anti-dolore e contro le malattie neurologiche.

Leggi tutto
Prossimo articolo