Il cancro del colon-retto si previene a tavola con cereali integrali

Un consumo quotidiano di cereali integrali può ridurre il rischio del cancro del colon retto (foto: Getty Images)
3' di lettura

Secondo quanto rivela un nuovo rapporto dell'American Institute for Cancer Research e del World Cancer Research Fund, il rischio di ammalarsi di questo tumore si ridurrebbe attraverso una dieta bilanciata e stili di vita sani

La prevenzione del cancro del colon-retto può cominciare dalla tavola. Il rischio di ammalarsi, infatti, si ridurrebbe mangiando ogni giorno cereali integrali e diminuendo il consumo di carni rosse e molto lavorate. A sostenerlo è un nuovo rapporto dell'American Institute for Cancer Research (Aicr) e del World Cancer Research Fund (Wcrf), redatto da Edward Giovannucci, professore associato della Harvard TH Chan School of Public Health a Boston. Secondo l'autore, i risultati sono "solidi e chiari" e indicano che dieta e stili di vita giocherebbero un ruolo cruciale nella prevenzione di questo tumore.

I fattori di rischio

Il nuovo rapporto ha preso in esame le ricerche scientifiche realizzate in tutto il mondo riguardo al ruolo che dieta, peso e attività fisica svolgono sul rischio di ammalarsi di cancro del colon-retto. Sono stati analizzati 99 studi scientifici che includevano i dati di circa 29 milioni di persone, di cui più di 250mila avevano ricevuto una diagnosi di questo tipo di tumore. "Il cancro del colon-retto – ha detto Giovannucci – è uno dei tumori più comuni, ma questo rapporto ha dimostrato che le persone possono fare molto per ridurre drasticamente il rischio di ammalarsi". Negli Stati Uniti, il cancro del colon-retto è il terzo tumore più comune sia tra gli uomini che tra le donne. Si stima che ogni giorno vengano diagnosticati 371 nuovi casi. Secondo l'Aicr, il 47% dei casi diagnosticati ogni anno si potrebbero prevenire attraverso uno stile di vita salutare. Tra i fattori che incrementano il rischio del cancro del colon-retto, i ricercatori hanno individuato anche un elevato consumo di carni rosse (oltre 500 grammi cotti alla settimana), il sovrappeso e l'obesità e il consumo di due o più bevande alcoliche (vino o birra) al giorno (circa 30 grammi di alcol).

Stile di vita sano e dieta bilanciata

Secondo le conclusioni del rapporto, dieta e stile di vita sano, dunque, possono giocare un ruolo cruciale nella prevenzione del cancro del colon-retto. Per prima cosa un'attività fisica regolare può ridurre il rischio di ammalarsi, così come mangiare ogni giorno cereali integrali (dal riso scuro al pane di farina integrale). Un consumo di circa 90 grammi al giorno, secondo il rapporto, può ridurre del 17% il rischio di sviluppare questa tipologia di tumore. Promossa la dieta basata su alimenti vegetali (frutta, verdura e legumi). Anche il consumo di pesce e alimenti che contengono la vitamina C, tra cui arance, fragole e spinaci, sarebbe collegato ad un minore rischio di ammalarsi. Quando si ha un cancro – concludono i ricercatori – non si hanno garanzie, ma è evidente che ad oggi ci sono tante opportunità per ridurre il rischio di cancro del colon-retto o altre forme tumorali attraverso la prevenzione.  


Leggi anche:
  • Festivaletteratura 2017, a Mantova tornano i grandi narratori
  • I cibi che fanno bene all'umore
  • Mal di schiena, ne soffrono sei italiani su dieci
  • Numeri sotto ai contenitori di plastica: qual è il significato? SCHEDA
  • Cinema, Angelina Jolie confessa: "Non mi piace essere single"
  • Leggi tutto
    Prossimo articolo