Intercettazioni, Berlusconi: "Solidale con Boschi e Renzi"

3' di lettura

Il leader di Fi ha partecipato alla presentazione del "Movimento animalista" di Michela Brambilla. E si è detto critico sulla manifestazione pro migranti di Milano: "Delegittima le forze dell'ordine". Su Salvini: "Solo su euro non c'è unità intenti"

La marcia dei migranti a Milano, le intercettazioni, le prossime elezioni, le alleanze. Sono tanti i temi di cui ha parlato oggi, nel capoluogo lombardo, Silvio Berlusconi. “Ci sono i pro e i contro. Personalmente io credo che questa iniziativa abbia un po' delegittimato le forze dell'ordine che hanno fatto quell’operazione con gli immigrati stranieri presenti intorno alla stazione Centrale. Io personalmente non l'avrei fatta”, ha detto il leader di Forza Italia sulla manifestazione “contro i muri” che ha portato in strada a Milano migliaia di persone. “Chi l'ha fatta – ha aggiunto Berlusconi – dovrà essere molto chiaro nel dare il suo sostegno alle forze dell'ordine”.

Intercettazioni, “Contro questi strumenti”

Poi Berlusconi ha toccato il tema delle intercettazioni e, riguardo al caso Consip e Banca Etruria, ha detto: “Sono assolutamente contrario a tutto ciò che sta succedendo sia riguardo alla famiglia Renzi sia riguardo a ciò di cui è stata accusata la famiglia Boschi”. “Con me li hanno usati tutti, ma io continuo a essere contro questi strumenti che ledono la privatezza degli individui”, ha aggiunto.

Il “Movimento animalista”

Berlusconi ha parlato durante la presentazione del “Movimento animalista”, un nuovo partito fondato da Michela Brambilla e di cui lo stesso leader di Forza Italia è socio fondatore. “Secondo un nostro sondaggio fatto su 2.000 persone il nuovo partito può arrivare al 20 per cento. Sarebbero oltre 160 deputati e 63 senatori”, ha detto Berlusconi. E ancora: “Mi impegno come Forza Italia ad appoggiare tutte le vostre proposte di legge che arriveranno in Parlamento”.

“Solo sull'euro non c'è unità di intenti con Salvini”

Il politico è intervenuto anche durante l'evento di FI alla scuola di formazione "Formare per governare", consegnando i diplomi finali ai partecipanti. A proposito di alleanze, Berlusconi ha sottolineato: “Il centrodestra può vincere solo se si presenterà unito. Abbiamo già stilato il programma di Forza Italia incontrando centinaia di elettori che non votavano più. Agli incontri erano presenti solo otto politici professionisti. Salvini e la signora Meloni hanno accettato in toto questo programma. Solo sull'euro non c'è unità di intenti con Salvini”. Sulle prossime elezioni, ha aggiunto: “Va a finire che non saranno a febbraio. Temo saranno anticipate a settembre o ottobre. Forza Italia deve avere il coraggio di presentare liste nuove, con parlamentari validi ma soprattutto sindaci, consiglieri comunali che conoscono il territorio, giovani e anche membri dei Seniores e di Azzurro Donna. Un terzo dei candidati li metteremo insieme così. C'è bisogno di giovani preparati, competenti e con voglia di fare”.

Leggi tutto