Weinstein e le accuse di violenza sessuale. La moglie lo lascia

Asia Argento, tra le attrici che accusano Weinstein di violenze sessuali
3' di lettura

Il produttore di Hollywood si sarebbe rivolto a una struttura di riabilitazione. Ieri Asia Argento ha rivelato di essere stata abusata dall’uomo. Anche Angelina Jolie e Gwyneth Paltrow hanno raccontato le molestie subite

L’ondata di accuse nei confronti di Harvey Weinstein non si ferma. Il produttore di Hollywood è finito al centro di uno scandalo sessuale per numerose accuse di molestie, abusi e violenze compiute nell’arco di 30 anni. Secondo i media statunitensi, si sarebbe rivolto a una struttura per dipendenze sessuali per provare a curarsi. Intanto è stato lasciato dalla moglie che ha parlato di “azioni imperdonabili”. Ieri alla lunga lista di donne che hanno denunciato di essere state molestate si sono aggiunte Asia Argento, che ha rivelato di essere stata violentata dall’uomo quando aveva 21 anni, Angelina Jolie e Gwyneth Paltrow, che hanno raccontato gli abusi subiti all’inizio della carriera.

Weinstein lasciato dalla moglie

Georgina Chapman ha lasciato il marito Harvey Weinstein, dopo le accuse di molestie sessuali. “Il mio cuore è infranto al pensiero di tutte le donne che hanno sofferto per azioni imperdonabili”, ha detto in un’intervista. “Ho deciso di lasciare mio marito. Prendermi cura dei miei figli è la priorità”. Weinstein, in una nota rilasciata dal suo portavoce, ha appoggiato la decisione della moglie. “Nell'ultima settimana la mia famiglia ha sofferto molto e me ne assumo la responsabilità”, afferma il co-fondatore di Miramax. “Ho discusso con mia moglie quello che era meglio. Abbiamo parlato della possibilità di una separazione e l'ho incoraggiata a fare quello che si sentiva”. I due sono sposati dal 2007 e hanno due figli.

Weinstein in centro di riabilitazione

Secondo i media statunitensi, dopo essere stato licenziato dalla sua società, Harvey Weinstein starebbe cercando aiuto e vorrebbe farsi ricoverate un centro di riabilitazione dal sesso in Europa. Il produttore avrebbe contatto una rehab per la gestione della rabbia e la dipendenza sessuale.

La denuncia di Asia Argento

Ieri Asia Argento ha raccontato al magazine statunitense New Yorker di essere stata abusata da Harvey Weinstein. "È stato un incubo, e non ho detto nulla finora perché avevo paura che volesse distruggere la mia carriera”. All’Ansa ha poi spiegato che i fatti risalgono al 1997, quando l’attrice aveva 21 anni, e si sono svolti in Francia. “Nonostante abbia ripetutamente tentato di sottrarsi sono stata costretta a subire del sesso orale”.

Le accuse di Jolie e Paltrow

La lista delle donne che accusano Weinstein di molestie si allunga ogni giorno. Anche due star come Angelina Jolie e Gwyneth Paltrow, hanno raccontato al New York Times le molestie subite quando erano delle giovani attrici ancora poco conosciute dal pubblico. Ma ci sono anche Rosanna Arquette, Katherine Kendall, Mira Sorvino.

Clinton e Obama contro Weinstein

Il produttore per anni è stato un prolifico finanziatori del partito democratico. Donando soldi sia alla campagna elettorale di Barack Obama sia a quella di Hillary Clinton. "Sono scioccata e sconcertata dalle rivelazioni su Weinstein. Il comportamento descritto dalle donne che si sono fatte avanti non può essere tollerato”, ha detto l’ex first lady. Anche gli Obama hanno commentato lo scandalo, dicendosi “disgustati". Secondo Barack e Michelle, “un uomo che umilia e degrada le donne deve essere condannato a prescindere dalla sua ricchezza e dal suo status”.

Leggi tutto
Prossimo articolo

le ultime notizie di skytg24