Terremoto Messico, crolla scuola: morti 32 bambini

2' di lettura

Le vittime erano nella scuola Enrique Rebsamen della capitale quando il sisma di magnitudo 7.1 ha colpito il Paese. I soccorritori hanno estratto, a molte ore di distanza, una bimba viva sotto le macerie e cercano altre 3 persone

Ci sono anche bambini tra le oltre 200 vittime del terremoto di magnitudo 7.1 che ha colpito il Messico il 19 settembre, alle 13,14 ora locale (FOTO). Trentadue piccoli e 4 adulti hanno perso la vita. Diverse persone risultano ancora disperse. 

L'intervento dei soccorritori

La protezione civile messicana stima che ci siano almeno 217 vittime, la maggior parte delle quali proprio nella capitale. Intanto i lavori dei soccorritori continuano per estrarre i bambini sopravvissuti e rimasti intrappolati tra le macerie: ne sono stati salvati 14. Una bambina ancora viva, intrappolata tra le macerie, è stata individuata dai servizi di emergenza. "Crediamo ci sano ancora 3 o 4 persone nel palazzo, dei quali due sono bambini", hanno detto i soccorritori. "Una di loro è una bambina che ha risposto ai richiami grattando contro una parete", ha raccontato all'Ansa Roberto Arte, volontario della Croce Rossa. I soccorsi sono riusciti a salvarla. I soccorsi, inoltre, sono entrati in azione in tutta la capitale messicana e il sindaco, Miguel Angel Mancera, ha disposto lo “stato d’emergenza”. Attivi uomini delle forze di sicurezza - tra cui 3mila militari - e molti volontari.

Data ultima modifica 20 settembre 2017 ore 14:35

Leggi tutto
Prossimo articolo

le ultime notizie di skytg24