Francia, crolla la popolarità di Macron

2' di lettura

Secondo il Journal du Dimanche, che pubblica un sondaggio Ifop, il presidente francese avrebbe perso il 10% nel suo indice di gradimento. In passato solo Chirac aveva fatto registrare numeri peggiori quando calò del 20%

Crolla la popolarità del presidente francese Emmanuel Macron: meno 10 punti in un mese, dal 64 al 54%, secondo un sondaggio Ifop, istituto tra i più antichi d'oltralpe, per il Journal du Dimanche (Jdd). In tre mesi, Macron perde l'8%. Quando è stato eletto a maggio il consenso era al 62%, per poi crescere al 64% il mese successivo. Solo Jacques Chirac aveva fatto peggio nel 1995 secondo il Jdd. Netto calo (8 punti) anche del gradimento nei confronti del premier Edouard Philippe, che passa dal 64 al 56%.

In passato il calo di Hollande più contenuto

Nicolas Sarkozy, eletto nel maggio 2007 con una inedita popolarità  pari al 65%, aveva vissuto uno 'stato di grazia' durato tutto l'anno e nell'agosto i consensi erano cresciuti al 66%. Il predecessore di Macron, Francois Hollande, aveva iniziato al 61%, per poi scendere al 59% al mese successivo e al 56% il mese seguente.

Giscard d'Estaing il meno amato

In passato Charles de Gaulle aveva perso 5 punti in tre mesi (dal 61 al 56%), e Francois Mitterrand, dopo la prima elezione il 10 maggio del 1981, aveva perso 7 punti in tre mesi (dal 54 al 47%). Il meno popolare dei presidenti della Quinta Repubblica francese rimane Valery Giscard d'Estaing, giunto al potere con un indice di popolarità inferiore al 50%. Un mese dopo, a giugno del 1974 solo il 44% dei francesi era soddisfatto del suo operato.

Chirac ebbe un calo del 20%

Il caso Chirac, infine. Un percorso da montagne russe secondo il Jdd: perde 20 punti in tre mesi alla sua elezione nel 1995 (dal 59 al 39%), ma rieletto nel 2002 con una popolarita' del 51%, la vede crescere al 53% due mesi dopo.

Leggi tutto
Prossimo articolo