Trump difende i suoi tweet e in un video "picchia" la Cnn

3' di lettura

Il Tycoon risponde sul social network a chi lo critica per l’aggressività dei suoi cinguettii. Il commento dell'emittente televisiva: "È un giorno triste quando il presidente americano incoraggia la violenza contro i reporter"

Non si fermano le polemiche tra Donald Trump e i media americani. Il presidente degli Stati Uniti ha giustificato la sua aggressività nei confronti della stampa, specialmente su Twitter, dicendo di essere costretto a reagire perché "i fake media imbroglioni stanno lavorando sodo per convincere i repubblicani e altri che non devo usare i social media". "Ma ricordate: ho vinto le elezioni nel 2016 grazie alle interviste, ai comizi e ai social", ha aggiunto il Tycoon, proprio da Twitter, da cui ha cinguettato anche: "Ho dovuto sconfiggere le fakenews e l’ho fatto. Continueremo a vincere".

L'attacco alla Cnn

Chiaro il messaggio contro la Cnn. Il Presidente ha ri-twittato un suo vecchio video in cui appariva in un incontro di wrestling, trasformando il network nel suo avversario. 

"Sono estremamente contento di vedere che @CNN è stata finalmente smascherata come #FakeNews e giornalismo spazzatura. Era ora!", aveva già affermato il presidente. In quell’occasione, il riferimento era al caso dei tre giornalisti di punta dell’emittente che si sono dimessi per un articolo pubblicato sul sito, e poi ritrattato, sui presunti legami con il Cremlino di Antony Scaramucci, membro italo-americano del team di transizione dalla vecchia alla nuova amministrazione.

Cnn: "È un giorno triste"

Pronta la replica della Cnn: "È un giorno triste quando il presidente degli Stati Uniti incoraggia la violenza contro i reporter". "Invece di prepararsi per il prossimo viaggio in Europa e l'incontro con Putin", fanno sapere dall'emittente americana in una dichiarazione, "assume atteggiamenti infantili non all'altezza del suo ruolo. Noi continueremo a fare il nostro lavoro. Lui dovrebbe cominciare a fare il suo".

Direttore del New York Times: “Indecoroso”

Il direttore del New York Times Dean Baquet ha definito "indecoroso" l'ultimo attacco di Donald Trump contro i media. "E' indecoroso che il presidente attacchi i giornalisti perché fanno il loro lavoro e che incoraggi tanta rabbia contro i media".

La polemica con la Nbc

I nuovi tweet arrivano dopo gli insulti pronunciati da Trump contro il programma Morning Joe della Nbc. Il presidente aveva attaccato i suoi conduttori per il terzo giorno consecutivo. "Joe Scarborough il pazzo e Mika (Brzezinski, ndr) stupida come un sasso non sono cattive persone, ma il loro programma dai bassi ascolti è dominato dai loro capi alla Nbc. Che peccato!", aveva scritto Trump. 

Leggi tutto
Prossimo articolo