Corea del Nord: liberato dopo 17 mesi studente Usa, sarebbe in coma

2' di lettura

Otto Warmbier era stato condannato a 15 anni di reclusione con lavori forzati per aver strappato un manifesto di propaganda politica. Secondo il Washington Post le sue condizioni di salute sarebbero critiche

Lo studente statunitense Otto Warmbier, detenuto in Corea del Nord per 17 mesi, è stato rilasciato in condizioni mediche critiche: secondo il Washington Post sarebbe in coma da un anno, cioè da poco dopo la sua ultima apparizione pubblica durante il processo a Pyongyang nel marzo 2016. Il suo arrivo negli Usa è previsto stasera. Le autorità nordcoreane hanno spiegato la sua condizione medica con la somministrazione di una pillola per il sonno poco dopo un attacco di botulismo. Una pillola dalla quale Warmbier non si è più svegliato.

La condanna a 15 anni

Otto Warmbier era stato condannato a 15 anni di reclusione con lavori forzati per presunti atti contro il governo nord coreano di Kim Jong Un: avrebbe strappato un manifesto di propaganda dall'albergo in cui alloggiava. "Su indicazione del presidente, il Dipartimento di Stato ha assicurato il rilascio di Otto Wambier della Corea del Nord" ha fatto sapere il segretario di Stato, Rex Tillerson, sottolineando che le autorità continuano a lavorare per il rilascio degli altri cittadini americani prigionieri in Corea del Nord.

Denis Rodman a Pyonyang

Il rilascio di Warmbier arriva a poche ore di distanza dallo sbarco a Pyongyang di Dennis Rodman, l'ex star dell'Nba che ha già avuto occasione di incontrare il leader nord coreano (FOTO).

Leggi tutto