Filippine, esplosioni e spari in un resort a Manila

2' di lettura

Colpi d'arma da fuoco sono stati uditi non lontano dall'aeroporto della Capitale. C'è una prima rivendicazione sul web. Ma la polizia spiega: "Non c'è alcuna prova che sia terrorismo". GLI AGGIORNAMENTI

Esplosioni e colpi d'arma da fuoco sono stati uditi in un resort nelle Filippine, non lontano dall'aeroporto di Manila. Lo riferiscono vari media, che citano la polizia. A sparare sarebbero stati uomini mascherati. L'attacco è avvenuto all'1.30 di notte ora locale, nel Resort World Manila, un grande centro commerciale con cinema, ristoranti, bar e casinò che si trova a Newport City, nelle vicinanze dell'aeroporto internazionale Ninoy Aquino. Le forze armate filippine hanno detto che la situazione è sotto controllo e che, al momento, "non c'è alcuna prova che sia terrorismo".

 


Possibile rivendicazione sul web

"Un combattente filippino dell'Isis, che riferisce da Marawi, dice che 'i soldati lupi solitari del Califfo' sono responsabili dell'attacco al Resort World Manila". Lo scrive su Twitter Rita Katz, direttrice del Site, il sito che monitora il jihadismo sul web.


Alcuni ospiti si sono lanciati dal secondo piano

Il Resorts World Manila è in "lockdown" per la sparatoria scoppiata dopo mezzanotte. Agli ospiti e ai dipendenti è stato chiesto di lasciare l'edificio, alcune persone sono rimaste ferite nel tentativo di fuggire saltando dal secondo piano. Secondo la Croce Rossa ci sono almeno 25 feriti. 
 

Leggi tutto