Londra, all’asta la prima Ferrari 275 Gtb/4 del 1966

In foto una Ferrari 275 Gtb/4 del 1967. Il modello che andrà all'asta il 18 maggio invece risale al 1966 ed è di colore rosso (LaPresse)
3' di lettura

La berlinetta, registrata come "prototipo", è una vera e propria rarità e verrà messa in vendita il prossimo 18 maggio nella sede della casa d’aste Coys. Si partirà da una base di 2-2,5 milioni di sterline e ci sono buone possibilità che raggiunga una quotazione record

Il prossimo 18 maggio a Londra verrà battuto all’asta il primo esemplare di Ferrari 275 Gtb/4 uscito dalla fabbrica di Maranello. E partirà da una base d'asta stimata di 2-2,5 milioni di sterline, cioè tra 2,37 e 2,96 milioni di euro, con ottime possibilità di superare la quotazione record di 3 milioni di euro. La Ferrari, che verrà venduta dalla casa d'aste Coys, risale al 1966 e dall’analisi del telaio – numero 08769 – è risultato essere un "prototipo" che la casa del Cavallino aveva destinato allo sviluppo prima della messa in produzione del modello.

 

 

Il primo propietario? Un collezionista statunitense

L'auto, che è considerata una vera e propria rarità, è appartenuta in principio allo statunitense Gordon Walker di Northbrook, nell'Illinois, che se ne era innamorato a prima vista e che, non volendo attendere l'avvio della produzione, se la fece spedire negli Stati Uniti direttamente dalla fabbrica di Maranello. La 275 Gtb/4 è rimasta nel garage di Walker fino al 1983, anno in cui il bolide è stato venduto alla Ferrari South Usa. Alla fine del decennio, l’auto ha cambiato nuovamente proprietario rientrando in Europa grazie al collezionista svizzero Albert Obrist, che secondo la casa d’aste Coys "probabilmente può vantare la più completa e rinomata collezione di Ferrari al mondo". La 275 Gtb/4, però, rimane poco in Svizzera perché dopo pochi anni passa di nuovo di proprietà per sbarcare in Gran Bretagna dove rimane fino ai primi anni 2000 quando la Coys riceve l’incarico di venderla all’attuale proprietario che, a sua volta, la cederà all’asta il 18 maggio. Il ceo di Coys, Chris Routledge, ha dichiarato al "Telegraph" che "questa vettura è sempre stata considerata la più bella auto a 12 cilindri di Maranello ed è con un po’ di emozione che ci apprestiamo a venderla".

 

Una berlinetta lanciata nel 1966

La splendida berlinetta 275 Gtb/4 è stata lanciata dalla Ferrari per la prima volta nell’ottobre del 1966 al Salone di Parigi, manifestazione durante la quale venne esposto proprio il prototipo che verrà battuto all’asta il 18 maggio. Questo gioiello della casa del Cavallino, dotato di un motore V12 di 3,3 litri, con distribuzione a quattro valvole per cilindro, dispone di 300 Cv e poteva raggiungere una velocità massima di 268 km/h. Considerata da molti come il lavoro più bello di Pininfarina, secondo Jean-Pierre Beltoise - pilota di Formula 1 e giornalista di "Auto journal", che la provò nel 1967 - la 275 Gtb/4 "è  innanzitutto una gran turismo seria e confortevole che mantiene però le caratteristiche dell’auto da corsa nella risposta del motore. Questa Ferrari è una delle più grandi automobili create nei nostri tempi".

Leggi tutto