Ue, i 27 firmano la dichiarazione di Roma. Gentiloni: "Più coraggio"

1' di lettura

Nel documento siglato riferimenti all'Europa a due velocità , al futuro economico e alle politiche migratorie. Il premier italiano: "Questa giornata risposta alla Brexit"

Ventisette firme, con la stessa penna con cui vennero firmati i trattati di Roma 60 anni fa, hanno siglato la dichiarazione comune nell’anniversario della nascita dell’Ue (COSA SONO I TRATTATI DI ROMA).

 

Gentiloni: "L'Europa sceglie di riaprtire" - Di giornata “eccezionale, una grande prova di unità e una risposta alla Brexit” ha parlato il premier italiano Paolo Gentiloni, che ha invocato anche il "coraggio" dei padri fondatori dell'Ue e ha detto: "L'Unione oggi sceglie di ripartire".

 

 

Juncker:" Essere più fieri dell'Ue" - "Dobbiamo essere orgogliosi di tutto ciò che siamo riusciti a raggiungere in Europa - ha detto  nel suo discorso per la celebrazione dei Trattati anche il presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker - più fieri per come siamo riusciti a dotare questo continente di una pace durevole, di una moneta unica, del più grande mercato unico al mondo. Di come siamo riusciti, con l'impegno dell'Europa centrale e dei paesi dell'Est, a riunire con metodi pacifici la storia e la geografia europee". 

 

 

Mattarella: "Inizia fase costituente" - Il capo dello Stato Sergio Mattarella nel suo discorso si è soffermato sulla necessità "ineludibile" una "riforma dei trattati". "La discussione non sarà semplice - ha detto - ma quel che emerge dalla dichiarazione di oggi è che inizia una fase costituente, che mi auguro feconda". (VIDEO)

 

Il documento - Non manca nel documento siglato il riferimento all’Europa a due velocità : “Agiremo - si legge - congiuntamente, a ritmi e con intensità diversi se necessario, ma sempre procedendo nella stessa direzione, come abbiamo fatto in passato, in linea con i trattati e lasciando la porta aperta a coloro che desiderano associarsi successivamente”. Tra i temi centrali del testo il futuro economica dell’Ue, che generi crescita e occupazione, il “completamento dell’unione economica monetaria”,  la politica migratoria “efficace e sostenibile, la sicurezza dell’Ue anche attraverso una difesa comune, il welfare europeo.

 

Scongiurato il timore di disordini - E sono stati scongiurati i rischi di disordini in città fortemente temuti, grazie al piano del Viminale che ha portato a identificare oltre 120 persone e fermarle mentre si trovavano ancora a bordo dei pullman a Tor Cervara prima che potessero arrivare in città.

Leggi tutto