Topo a bordo, il volo Londra-San Francisco non parte

1' di lettura

I passeggeri diretti in California son stati costretti a rimanere a terra e ad attendere di imbarcarsi su un nuovo aereo

Passeggeri costretti a restare a terra per ore in attesa di imbarcarsi su un altro volo. E' successo il 1 marzo a un centinaio di persone che da Londra erano dirette a San Francisco. Questa volta, però, il maltempo non c'entra. Il motivo? Il ritrovamento a bordo di un topo, che ha costretto i passeggeri a scendere dal velivolo e aspettare che  dall’aeroporto di Heathrow partisse un altro volo della British Airways.

 

Disavventura virale - Sono stati gli assistenti di volo ad avvisare dell’inusuale presenza del roditore. Così, riportati nella hall dello scalo inglese, i passeggeri hanno dovuto attendere alcune ore prima di poter decollare verso California. La vicenda, diventata virale, ha subito scatenato l’ironia del web.

 

Come al cinema - Tanti i commenti: tra chi ha suggerito che il topo avrebbe potuto prendere un altro volo e chi invece ha avanzato l’ipotesi che non avrebbe potuto ottenere il visto per gli Stati Uniti a cause delle nuove norme sull’immigrazione avanzate da Trump. O ancora c’è chi ha pensato di vendere questa storia al cinema, magari per girare il sequel di “Serpenti a bordo”, il film del 2006 con protagonista Samuel Lee Jackson.

Leggi tutto