Primo Super Bowl dell'era Trump: trionfano i Patriots

1' di lettura

Battuti i Falcons 34 a 28, Tom Brady miglior giocatore per la quarta volta. Show senza polemiche né provocazioni di Lady Gaga

Grazie a una rimonta pazzesca, guidata dalla leggenda vivente del football Tom Brady, i  blasonati New England Patriots hanno battuto gli Atlanta Falcons, 34 a 28, al 51esimo Super Bowl, la finalissima di football americano disputata a Houston, in Texas, la prima dell'era di Donald Trump (tutti i momenti clou della serata: foto). Il presidente - tifoso dei Patriots - lo aveva previsto, sbilanciandosi anche nel pronosticare un vantaggio di 8 punti per la squadra guidata dal campione Brady e andandoci piuttosto vicino.


Brady miglior giocatore per la quarta volta - Eppure i Falcons avevano dominato 28 a 3 per i tre quarti della partita più seguita d'America. Solo negli ultimi 15 minuti si sono fatti raggiungere, consegnando ai Patriots il loro quinto trofeo e a Brady è il titolo di quarterback più vincente di sempre.

Inediti supplementari - Per la prima volta nella storia del Super Bowl, la partita è finita ai supplementari e con un risultato a sorpresa che ricorda un po' l'elezione dello scorso novembre, quando la democratica Hillary Clinton aveva preparato solo il discorso della vittoria. Un epilogo altrettanto amaro per i Falcons che pensavano di avere la vittoria in tasca e che sono arrivati al Super Bowl solo in un'altra occasione, oltre a quella di Houston: nel 1998, alla 33esima edizione della finalissima, quando vennero battuti dai Denver Broncos 34 a 19. 


Spettacolo senza polemiche per Lady Gaga: l'articolo
 

Leggi tutto