Trump riceve May: relazioni mai così forti. Sabato colloquio con Putin

1' di lettura

Il presidente statunitense ha accolto a Washington la premier britannica. Ha lodato la Brexit e sulla Russia (con cui è attesa una chiamata sabato) ha dichiarato: “Presto per parlare di sanzioni, spero in buone relazioni”. Il primo ministro Uk: “Punti di disaccordo, ma c'è dialogo. Ridare prosperità ai nostri popoli. Donald è favorevole alla Nato al 100%”

Il presidente statunitense Donald Trump ha ospitato alla Casa Bianca la premier britannica Theresa May. Si tratta del primo incontro bilaterale con un altro capo di Stato. "Le relazioni tra Usa e Gran Bretagna non sono mai state più forti”, ha detto il nuovo presidente americano inaugurando la conferenza stampa congiunta.

 

"E' un grande onore la sua visita", ha osservato, sottolineando che è la prima di un leader straniero dopo il suo insediamento. Trump ha ricordato anche il "rapporto speciale”, la special relationship, che lega i due Paesi e ha dichiarato: “La Brexit sarà una cosa fantastica per il Regno Unito”.

 

May: “Trump favorevole alla Nato” - “Ci saranno dei punti su cui non saremo d'accordo con il presidente Trump. Ma la cosa fondamentale è che dialoghiamo”, ha replicato la May aggiungendo: “Dobbiamo ridare prosperità ai nostri popoli”. La premier britannica ha anche detto: "Trump mi ha confermato di essere al 100% a favore della Nato”.

 

I rapporti con la Russia - “La premessa per togliere le sanzioni alla Russia è la piena attuazione degli accordi di Minsk seguiti alla crisi dell’Ucraina”, ha detto la premier britannica Theresa May. Trump ha replicato che è "troppo presto per parlare della sanzioni con la Russia. Non conosco Vladimir Putin ma spero in buone relazioni" con lui. "Se possiamo avere buone relazioni con la Russia, con la Cina, sarà positivo”. Proprio nella giornata di sabato è attesa la prima telefonata tra la Casa Bianca e il Cremlino.

 

Trump: credo nella tortura ma Mattis no - Durante la conferenza stampa Trump ha ribadito di credere nell'efficacia del waterboarding ma che seguirà le indicazioni dei suoi capi militari. Il presidente ha detto di avere un segretario alla Difesa James Mattis che non crede nella tortura: "Non sono necessariamente d'accordo, ma il capo del Pentagono prevarrà su di me, perché gli darò questo potere".

 

Il busto di Churchill - Al suo arrivo alla Casa Bianca, la May è stata ricevuto nello Studio Ovale dove Trump le ha mostrato il busto di Churchill. "E' un grande onore" averlo nel mio studio, ha commentato il presidente. "E' un onore" essere alla Casa Bianca, ha risposto la premier britannica che ha invitato ufficialmente Donald e Melania a Londra per una visita ufficiale.

Leggi tutto