Londra, cancellati per la nebbia cento voli a Heathrow

Tutti gli aeroporti di Londra invitano a controllare lo stato dei voli in partenza (Getty Images)
1' di lettura

I passeggeri invitati a mettersi in contatto con le linee aeree prima di recarsi ai terminal. FOTO

L'aeroporto londinese di Heathrow ha reso noto che sono stati cancellati circa un centinaio di voli dei 1300 voli previsti per oggi a causa della fitta nebbia che ostacola la visibilità nel sud dell'Inghilterra. Heathrow, l'aeroporto più trafficato in Europa, ha chiesto ai passeggeri di controllare lo stato del proprio volo prima di intraprende il viaggio.

 
Nebbia in vista – La gran parte del Sud dell'Inghilterra è al momento colpita da una densa nebbia che ha causato disagi non solo al traffico aereo ma anche a quello su rotaia e su strada. Anche la premier scozzese Nicola Sturgeon, attesa questa mattina a Londra, è fra i passeggeri rallentati dalle condizioni atmosferiche: sarebbe dovuta partire dall'aeroporto di Glasgow. Sono stati segnalati disagi dovuti alla scarsa visibilità anche per le partenze aeree da Aberdeen ed Edimburgo.

 

 

Freezing fog” - L'Ufficio meteorologico ha diffuso l'allerta per le aree di Londra del Sud-Ovest e del Sud-Est fino alle 10.30 della mattinata. Parte del problema deriva da un freddo sottozero che rende particolarmente insidiosa la nebbia ghiacciata (o “freezing fog”), com'è stata definita, che rischia di provocare incidenti e ritardi anche sulle strade in orari particolarmente trafficati.

 

Le previsioni – I disagi, secondo quanto comunicano i meteorologi, sono previsti anche per la giornata di martedì. “In quest'area”, relativa al Sud del Paese, “probabilmente vedremo una densa nebbia gelata che potrebbe impattare alcuni viaggi nel corso dell'ora di punta di domani”, ha dichiarato a Sky News il meteorologo Steven Keates, “ci saranno difficoltà e ritardi in alcuni aeroporti inclusi quelli di Londra”. L'invito è dunque per la maggiore prudenza possibile per chi si troverà in viaggio, “ci si prenda un po' di tempo in più”, ha consigliato Keates.

Leggi tutto