Dal D-day alla guerra in Iraq: le mappe della CIA sbarcano su Flickr

Credits: United States Government Work / Central Intelligence Agency
1' di lettura

L’Intelligence americana ha pubblicato sul sito di photo sharing alcune delle cartine geografiche realizzate dal 1940 a oggi per raccontare oltre 70 anni di storia degli Stati Uniti e del mondo

75 anni di informazioni geografiche e strategiche tradotte in mappa disponibili online. In occasione del 75esimo anniversario della nascita del CIA Cartography Center, l’Intelligence Americana ha pubblicato su Flickr una collezione di mappe realizzate dagli anni Quaranta ad oggi dal suo team di esperti cartografi inerenti le più spinose questioni mondiali.

Le mappe della CIA – Creare mappe e fornire dati geografici rilevanti per la sicurezza mondiale: con questo obiettivo “i geografi e cartografi hanno accumulato la più grande collezione di mappe del mondo a sostegno di studi strategici e piani operativi militari”, spiega la CIA in un comunicato. Inaugurato nel 1941, il CIA Cartography Center nei primi anni di attività ha raccontato le storie di ricostruzione del secondo dopoguerra, la crisi dei missili di Cuba e la guerra delle Falkland, per poi disegnare su mappa le reti terroristiche internazionali dopo l’attacco alle Torri Gemelle del 2001, passando per le catastrofi naturali (come l’uragano Mitch) e le pandemie che hanno interessato il mondo nell’ultimo decennio.


Dalla seconda guerra mondiale al Medio Oriente – Negli anni Quaranta le mappe erano disegnate a mano (è disponibile su Flickr anche un album sugli strumenti usati dai cartografi) e si sono rivelate fondamentali per pianificare la strategia degli Stati Uniti durante il secondo conflitto mondiale proponendo, ad esempio, il dettaglio del fronte russo durante gli scontri. La Germania, prima con la distribuzione dei campi di concentramento nazisti sul territorio e più tardi con il muro di Berlino, è stata un altro argomento di interesse della CIA, mentre negli anni Cinquanta e Sessanta i protagonisti sono la guerra di Corea, il regime di Castro a Cuba con l’attività missilistica riassunta in una mappa nel 1962, per passare negli anni successivi alla guerra del Vietnam e alla questione palestinese, fino ad arrivare all’invasione sovietica dell’Afghanistan e alle turbolenze in Medio Oriente.

 

 

 

 

 

Gli anni Duemila – Fra le mappe rese pubbliche su Flickr dalla CIA c’è uno scatto datato 29 settembre 2001 che ritrae il presidente in carica George W Bush, il capo di gabinetto della Casa Bianca Andrew Card, il consigliere per la sicurezza nazionale Condoleezza Rice e il direttore della CIA George Tenet a Camp David di fronte ad una mappa dell’Afghanistan. A questa immagine sono seguite altre mappe sulla zona, fra cui una di Baghdad che mostra i siti strategici iracheni, compreso il quartier generale di Saddam Hussein.

 



Non solo geo-politica: negli ultimi anni sono stati tradotti in mappa anche i dati riguardanti il bracconaggio degli elefanti in Africa e il commercio clandestino di avorio.

 

 

 

Leggi tutto