Padoan: "L'economia italiana può crescere fino al 2%"

Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan (Getty Images9
2' di lettura

Il ministro, intervistato da Bloomberg, ritiene possibile che la ripresa in corso possa guadagnare ulteriore slancio. Ma avverte: bisogna trovare "la velocità giusta". Eclusa la sua candidatura a governatore della Banca d'Italia: "Fuori discussione"

L'economia italiana può accelerare e arrivare a crescere fino al 2%. È questa la previsione di Pier Carlo Padoan che ritiene possibile che la ripresa in corso possa guadagnare ulteriore slancio e aiutare il governo anche nella riduzione del debito. Per il ministro dell’Economia, intervistato da Bloomberg, sarà cruciale la corretta velocità dello smaltimento dei non performing loan (cioè dei crediti deteriorati, conosciuti anche come prestiti non performanti): se sarà eccessiva a rischio c’è la ripresa dell'intero sistema finanziario.

Candidatura a governatore Bankitalia "fuori discussione"

Padoan, da Ryad, dove si trova per partecipare all'incontro Future Investment Initiative, ha anche voluto chiarire che una sua candidatura al ruolo di governatore della Banca d'Italia "è fuori discussione", perché "un ministro non può assumere l'incarico per almeno un anno". 

"La velocità giusta"

Le recenti previsioni per il nostro Pese indicano un pil al +1,5%, ma per il ministro si possono raggiungere obiettivi migliori. "Se tutte le riforme fossero attuare e se tutte le risorse mobilitate per gli investimenti pubblici fossero spese, potremmo arrivare fino al 2%". Una ripresa più veloce potrebbe aiutare il governo a ridurre il debito pubblico, anche se in parte questo dipende dall'inflazione che è ancora ''molto bassa''. L’obiettivo è anche quello di trovare "la velocità giusta" con cui agire. "Se lo facciamo troppo velocemente, potremmo far deragliare l'intero sistema", ha avvertito Padoan.

Leggi tutto
Prossimo articolo