Bankitalia, a maggio debito pubblico da record: sale a 2.278 miliardi

Foto d'archivio (LaPresse)
1' di lettura

Crescita di 8,2 miliardi rispetto al mese precedente. L’incremento è dovuto principalmente al fabbisogno mensile delle amministrazioni pubbliche che è di 7 miliardi

 

Ancora un record per il debito pubblico italiano. A maggio, il debito delle amministrazioni pubbliche, secondo la Banca d'Italia, è stato pari a 2.278,9 miliardi, in aumento di 8,2 miliardi rispetto al mese precedente.

Le cause dell'incremento

L'incremento è dovuto principalmente al fabbisogno mensile delle amministrazioni pubbliche, pari a 7 miliardi. Pesano, inoltre, l'aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (0,5 miliardi), l'effetto di scarti e premi all'emissione e al rimborso, la rivalutazione dei titoli indicizzati all'inflazione e la variazione del tasso di cambio (0,7 miliardi).

Il debito nei sottosettori

Se si analizzano i sottosettori, come spiega l'istituto centrale, il debito delle amministrazioni centrali è aumentato di 8,1 miliardi, mentre quello delle amministrazioni locali di 0,1 miliardi. È rimasto pressoché invariato, invece, quello degli Enti di previdenza. 

 

Leggi tutto
Prossimo articolo