Manovra-bis, via libera ad abolizione delle monete da 1 e 2 centesimi

1' di lettura

La commissione Bilancio di Montecitorio ha approvato l’emendamento presentato dal Pd che sospende il conio dal 1° gennaio 2018. Forza Italia: “Beffa a danno dei consumatori”

Addio alle monetine da 1 e 2 centesimi. La commissione Bilancio della Camera ha dato il via libera all'emendamento Boccadutri, presentato dal Pd, che ne sospende il conio dal 1 gennaio 2018.

Arrotondamenti e vigilanza del garante

Il risparmio che deriverebbe dallo stop, spiega il Partito democratico, andrebbe al Fondo per l'ammortamento dei titoli di Stato. Nell’emendamento è previsto un meccanismo di arrotondamento al multiplo di 5 più vicino se si paga in contanti. L'impatto della norma, che andrà comunicata alla Bce entro un mese dall'entrata in vigore, sarà monitorato dal Garante dei prezzi che dovrà riferire su base semestrale al Ministero dell'Economia e delle Finanze le eventuali anomalie che saranno segnalate all'Antitrust.

Fi: “Consumatori vittime degli arrotondamenti”

In disaccordo con l’emendamento Forza Italia che, tramite una nota dell’onorevole Alberto Giorgetti dice che la norma “avrebbe avuto bisogno un approfondimento più ampio perché non può sottovalutarsi il rischio di ricadute sui consumatori finali, vittime di facili 'arrotondamenti' al rialzo. Non può quindi non sorgere il dubbio che si tratti di una disposizione che mira a favorire determinati soggetti, o, ancora più tristemente l'ennesima beffa a danno dei consumatori”.

Leggi tutto