Fisco, Google verserà 306 milioni all'Agenzia delle Entrate

2' di lettura

Firmato l'accordo "per risolvere senza controversie le indagini relative al periodo tra il 2002 e il 2015”. Della quota prevista, oltre 303 milioni sono attribuiti a Google Italy, mentre meno di tre a Google Ireland

L’accordo tra Google e l’Agenzia delle entrate, sotto il profilo tributario, è stato raggiunto: il colosso di Mountain View verserà al fisco italiano 306 milioni di euro. Dopo più di un anno di trattative, il verbale di “accertamento con adesione”, che sigilla l’intesa, è stato firmato la mattina del 4 maggio. Dal punto di vista penale, invece, alla procura di Milano, mesi fa, è stata chiusa un'inchiesta per una presunta evasione fiscale a carico di un gruppo di manager che avrebbe avuto una “stabile organizzazione” occultata al fisco del nostro Paese, negli anni di imposta 2009-2013.

Accordo per "risolvere senza controversie le indagini del periodo 2002-2015"

Google ha raggiunto l’accordo "per risolvere senza controversie le indagini relative al periodo tra il 2002 e il 2015”, come ha spiegato un portavoce. "In aggiunta alle tasse già pagate in Italia per quegli anni, Google pagherà altri 306 milioni di euro”, è stato spiegato. Di questi, "oltre 303 milioni sono attribuiti a Google Italy e meno di tre milioni a Google Ireland". La società, inoltre, “conferma il suo impegno nei confronti dell'Italia e continuerà a far crescere l'ecosistema on line del Paese".

Agenzia entrate: con Google accordi preventivi per corretta tassazione in Italia

Anche la stessa Agenzia delle entrate ha commentato l’accordo: “Con Google sarà avviato un percorso per la stipula di accordi preventivi per la corretta tassazione in Italia in futuro delle attività riferibili al nostro Paese”. L’Agenzia ha anche confermato il suo impegno “nel perseguire una politica di controllo fiscale attenta alle operazioni in Italia delle multinazionali del web”. 

Leggi tutto