Entrerà in circolazione il 4 aprile la nuova banconota da 50 euro

La nuova banconota da 50 euro (foto Bce)
1' di lettura

Stesso aspetto e colore della prima serie, il nuovo biglietto avrà misure antifalsificazione di alto livello tra i quali un ologramma dell'Europa visibile da entrambi i lati

 

Il prossimo 4 aprile entrerà in circolazione in 19 paesi dell'Unione Europea la nuova banconota da 50 euro. Dopo i tagli da 5, 10 e 20 euro, questo sarà il quarto biglietto della seconda serie, denominata “Europa”, a essere emesso dalle Banche Centrali degli stati membri.

 

La nuova banconota – L'introduzione della nuova banconota nel sistema comunitario è un evento molto atteso. Fra tutti i tagli della nostra moneta, infatti, quello da 50 euro è quello più utilizzato. I dati comunicati dalla Bce indicano che oltre 8 miliardi di banconote in euro, ovvero circa il 45% del totale attualmente in circolazione, appartengono a questo taglio. Come per tutti gli altri biglietti della serie “Europa” anche questo sarà immediatamente riconoscibile grazie alle tonalità più forti e alle immagini più vivide rispetto a quelli della prima serie.

 

L’incarico di rinnovare la veste grafica dei biglietti è stato affidato a Reinhold Gerstetter, bozzettista indipendente che opera a Berlino. Il nuovo biglietto da 50 euro, delle dimensioni di 140 x 77 mm, manterrà come tutti gli altri tagli gli stessi disegni della prima banconota, ispirati al tema “Epoche e stili”, e lo stesso colore dominante, l'arancione. Cambiano alcuni particolari dovuti all'aggiunta di caratteristiche di sicurezza più avanzate.

 

I nuovi standard di sicurezza – Dalla prima serie, entrata in circolazione nel 2002, le tecnologie di stampa e di elaborazione delle immagini sono progredite rapidamente. Cosa che ha comportato la necessità di dotare ogni biglietto di elementi innovativi che ne impediscano la falsificazione: una misura adottata con l'introduzione delle nuove banconote da 5, 10 e 20 euro rispettivamente nel 2013, nel 2014 e nel 2015.

 

Anche il nuovo taglio da 50 euro conterrà elementi pressoché irriproducibili dai falsari e verificabili applicando il metodo “Toccare, guardare, muovere”. Al tatto, infatti, si possono notare la particolare sonorità e consistenza della banconota; il rilievo delle immagini stampate e, novità della serie, una serie di trattini in rilievo lungo i margini destro e sinistro. Per la vista conterà la filigrana: solamente nelle banconote originali, viste in controluce,si può scorgere un disegno sfumato che mostra la cifra del valore e l’immagine principale. La caratteristica più importante allo sguardo, è però l'ologramma, in cui è integrata una finestra con il ritratto di Europa, la figura della mitologia greca che dà il nome al continente, chiaramente distinguibile da entrambi i lati. Si tratta di una peculiarità che segna un importante avanzamento nel campo della tecnologia delle banconote. Infine, muovendo la banconota sarà possibile verificare, oltre che la presenza dell'ologramma, il cambiamento del numero 50 in basso a sinistra che, cambiata angolazione passerà dal verde smeraldo al blu scuro.

 

 

Integrazione – La moneta unica è oggi utilizzata da 338 milioni di cittadini di 19 paesi. Nella progettazione della nuova serie si è tenuto conto del fatto che dal 2002 altri Paesi sono entrati a far parte dell’Unione Europea: per questo è stato necessario aggiornare la carta dell’Europa, che ora mostra anche Malta e Cipro, così come la scritta “EURO”, stampata anche in caratteri cirillici, oltre che latini e greci. Infine l’acronimo della Bce è riportato in nove varianti linguistiche anziché cinque. Novità anche per le persone con problemi visivi: tutte le banconote in euro sono state disegnate in modo tale che i biglietti siano tanto più grandi quanto maggiore è il taglio. Inoltre, nella fase di progettazione della serie “Europa” è stata instaurata una cooperazione con utilizzatori con problemi visivi, grazie alla quale sono state messe a punto caratteristiche atte a consentire loro di maneggiare con più sicurezza le banconote.

 

La validità – Le banche centrali dei vari paesi membri hanno comunicato che le scorte residue di banconote da 50 euro appartenenti alla prima serie continueranno a essere immesse in circolazione insieme alle nuove, fino a esaurimento. La futura progressione della serie “Europa” non coinvolgerà il taglio da 500 euro – che non verrà più stampato dalla fine del 2018 -, mentre i nuovi biglietti da 100 e 200 euro saranno introdotti prevedibilmente intorno alla fine dello stesso anno.

Leggi tutto