Lombardia, il business della moda traina verso l'alto i fatturati

Un'immagine dell'edizione 2016 della Milano Fashion Week (Archivio Getty Images)
1' di lettura

Secondo la Camera di Commercio di Milano, il settore produce nella regione 35 miliardi ogni anno: oltre il 30% del totale nazionale. Il made in Italy piace soprattutto in Francia e in Asia

A Milano la moda porta oltre 19 miliardi di fatturato ogni anno. Il dato emerge da un'elaborazione della Camera di commercio del capoluogo lombardo, sui dati del registro delle imprese e Istat. In Lombardia, complessivamente, la moda fattura 35 miliardi all’anno contro i 108 del territorio nazionale.

 

Il made in Italy piace all'estero – Lo studio della Camera di Commercio milanese, ricavato dall'elaborazione dei dati al terzo trimestre 2016 e 2015, evidenzia la leadership della moda lombarda. A pesare su questi numeri è soprattutto il capitolo "export": un terzo del fatturato, infatti, arriva dall'estero. Nei primi nove mesi del 2016 l'export italiano legato alla moda ha registrato una variazione positiva dell'1,2%, quasi il +5% guarda alla sola Lombardia. La voglia di vestire italiano, secondo gli esperti, ha conquistato soprattutto Francia, Hong Kong,  Stati Uniti, Germania, Cina e Giappone.

 

I numeri del settore – Sono 34.468 (il 15,2% del totale nazionale) le imprese attive nel settore della moda in Lombardia. Fra queste se ne contano 14mila impegnate nella produzione moda e oltre 20mila specializzate nel commercio e nel design. Milano è in testa alla classifica con il 37,9% (13.079 unità) delle imprese del settore moda operanti nella regione, nelle quali sono impiegati 90mila addetti. I numeri danno al capoluogo lombardo un peso enorme su scala nazionale: il 5% delle imprese italiane, il 10% degli addetti del settore e quasi un quinto dell'intero fatturato nazionale.  

 

Il valore dell'export – Nel 2016 la Lombardia ha esportato moda nel mondo per 9,2 miliardi di euro. A guidare la classifica dell'export sono stati soprattutto gli articoli di abbigliamento, per un valore di 4,2 miliardi di euro, seguiti dai prodotti tessili per 2,7 miliardi e dagli articoli in pelle per 2,3 miliardi.  

 

Le piazze principali – Nel 2016 La Lombardia ha esportato abbigliamento soprattutto verso l’Unione Europea (3,9 miliardi), l’Asia orientale (2,4 miliardi), il resto d’Europa (1,2 miliardi) e l’America del Nord (902 milioni). La Francia è il primo mercato delle imprese lombarde, con 965 milioni di export nei primi nove mesi, seguita da Hong Kong. Quinta la Cina verso cui si sono diretti 520 milioni di merce.  

Leggi tutto