Roma, aghi di siringhe nei sedili di bus: denunciato portantino

I carabinieri impegnati nell'ispezione dei mezzi Cotral (Foto: ANSA)
2' di lettura

L'uomo, 58 anni, lavora in un ospedale della capitale ed è stato individuato grazie ai sistemi di videosorveglianza dei mezzi. Un passeggero, ora sottoposto ad accertamenti clinici, ha dichiarato di essere stato punto

Un uomo di 58 anni, portantino di un ospedale di Roma, è stato denunciato dai carabinieri con l'accusa di lesioni personali aggravate in quanto considerato responsabile di aver infilato aghi di siringa nei sedili di alcuni autobus Cotral (acronimo di Compagnia Trasporti Laziali, società che esercita il servizio di trasporto pubblico suburbano ed interurbano nel Lazio).

Le indagini

Le indagini erano partite lo scorso dicembre dopo la segnalazione di alcuni autisti della tratta Roma Ponte Mammolo-Subiaco che avevano ritrovato aghi nascosti nei sedili con l'apparente obiettivo di pungere i viaggiatori. Grazie ad attività di osservazione, a servizi in borghese nella tratta coinvolta e ai sistemi di videosorveglianza installati sugli autobus, i militari hanno identificato l'uomo. Un video lo mostra mentre infila un ago nello schienale del sedile davanti al suo.

"Non so perché l'ho fatto"

"Sono stato io, non so perché l'ho fatto. Sono stato uno stupido". Sarebbe stata questa la dichiarazione dell'uomo denunciato ai carabinieri. Quando è stato individuato aveva nella giacca 9 aghi e durante le perquisizioni nella sua abitazione e nello spogliatoio del luogo di lavoro sono stati rinvenuti altri aghi da siringa e aghi cannula a farfalla, sui quali saranno effettuati accertamenti per verificare l'eventuale presenza di agenti infettivi. Un uomo, che risiede in provincia di Roma, ha denunciato di essersi punto con uno degli aghi e ora è sottoposto a profilassi sanitaria per verificare eventuali infezioni.

Leggi tutto
Prossimo articolo