Bimbo sui binari della metro, a Sky TG24 il 18enne che lo ha salvato

3' di lettura

Lorenzo Pianazza ha riportato alla madre il figlio di due anni che era caduto sulle rotaie della metropolitana di Milano: "Sono sceso subito, senza esitazioni". E poi: "Per tutti ho fatto una bella azione, per me è stato un gesto d'istinto"

È emozionato e un po’ agitato, eppure poche ore prima ha deciso con incredibile prontezza, di scendere sui binari della metropolitana della fermata Repubblica di Milano per salvare un bimbo che era caduto sulle rotaie. Lorenzo Pianazza, il 18enne autore del coraggioso gesto, ha raccontato la sua esperienza ospite negli studi di Sky TG24. “Ho visto lo scompiglio, ho visto la mamma dirigersi agitata sui binari. Quindi ho capito che c’era qualcosa che non andava”, è la sua ricostruzione. “Sono andato verso i binari, ho visto il bambino e ho visto che mancava un minuto all’arrivo del treno.  Sono sceso, senza esitazioni, ci mancherebbe altro”, ha aggiunto.

"Ho pensato solo a prendere il bambino"

Lorenzo non colpevolizza le altre persone che erano presenti ma non sono intervenute: "Non hanno reagito per il momento di shock", ha spiegato lo studente. "Mi metto nei panni della madre, se mio figlio fosse stato lì in quel momento sarei rimasto di pietra anche io". Il racconto del ragazzo prosegue, ed emerge la sua lucidità nel momento di emergenza: "Ho preso prima il bambino, che era la priorità, poi visto che non sentivo la metro arrivare ho preso anche il suo cappellino e il suo giochino che erano finiti sulle rotaie. Poi sono risalito".

"Quando sono tornato a casa non l'ho nemmeno raccontato"

Il gesto di Lorenzo ha fatto subito il giro dei social e di giornali e televisioni. Ma quando è tornato a casa, non l'ha nemmeno raccontato alla famiglia: "Non mi aspettavo di finire in televisione e che questa notizia si sarebbe diffusa in giro". Dopo il fatto “sono tornato a casa e non l’ho raccontato. L’ho fatto solo quando ho visto che la storia era finita sui social. Non volevo raccontare niente”.

"Ho compiuto una bella azione, conta questo"

E cosa dicono i genitori? "Sono entrambi molto fieri di me", ha risposto Lorenzo. "Mia mamma è rimasta molto sorpresa, non avevo mai fatto un gesto del genere". E se fosse arrivata la metro mentre lui era ancora sui binari? “Sarei corso per cercare di scappare fino alla fine del binario, tanto si deve fermare”, ha spiegato Lorenzo, che ha concluso: "Ora il mio cellulare continua a squillare. Tutti mi hanno scritto cose belle. Per alcuni sono un eroe". Ma "ho compiuto una bella azione, è questo quello che conta”.     

Leggi tutto
Prossimo articolo