Arcigay Napoli: "Un nostro associato bullizzato in ospedale"

1' di lettura

L'episodio, secondo quanto denuncia l'associazione partenopea, sarebbe avvenuto al Cotugno. L'azienda ospedaliera ha avviato un'indagine: "eventuali episodi discriminanti saranno puniti"

Preso in giro dal medico perché omosessuale. La denuncia arriva dall’Arcigay di Napoli. Il fatto sarebbe accaduto all'ospedale Cotugno.

La denuncia dell'Arcigay di Napoli

In una nota pubblicata sul proprio sito web, l’associazione racconta quanto accaduto a uno dei suoi associati: “Durante una visita di controllo successiva a un intervento, il gay è stato preso in giro dal chirurgo che ironizzava in maniera volgare sulla funzionalità e l’utilità dei suoi organi genitali. Il paziente, inoltre, non è riuscito a ottenere risposte chiare a domande specifiche circa le inferenze tra decorso post-operatorio e la possibilità di svolgere una normale vita sessuale. Il medico ha reagito stizzito ai quesiti, definendo in maniera irritata l’omosessualità come una 'patologia', fino a strappare l'impegnativa per ulteriori accertamenti".

Indagini in corso

L’Arcigay parla di “veri e propri fenomeni di bullismo”.  L'Azienda Ospedaliera dei Colli, da cui dipende l'ospedale Cotugno, ha avviato una indagine interna "per verificare il fatto denunciato e per prevenire ogni eventuale ed ulteriore episodio discriminante", annuncia Giuseppe Matarazzo, direttore generale dell'Azienda. "Una volta accertati i fatti - conclude - saranno presi gli eventuali provvedimenti del caso".

Leggi tutto
Prossimo articolo