Blitz naziskin, Questore di Como vieta il presidio di Forza Nuova

Una bandiera di Forza Nuova (ansa)
2' di lettura

Il sit-in era stato indetto per sabato 9 dicembre, in concomitanza con la manifestazione del Pd e di altre forze della società civile convocata dopo l'irruzione di un gruppo di skinhead alla riunione di un'associazione pro-immigrati

Il questore di Como, Giuseppe De Angelis, ha vietato il contro-presidio di Forza Nuova previsto per il prossimo 9 dicembre a Como a cui avrebbe partecipato anche il leader del partito di estrema destra, Roberto Fiore. A riferirlo, sono fonti vicine alla Questura della città lariana. Il sit-in è stato vietato per motivi di ordine pubblico, data la concomitanza, nello stesso giorno, di una manifestazione promossa dal Partito Democratico e da varie forze della società civile contro l'irruzione di un gruppo di skinhead durante la riunione di un'associazione a sostegno dei migranti.

Il blitz

La manifestazione del Pd e di altri partiti e forze della società civile è stata indetta dopo che un gruppo di aderenti al Fronte Veneto Skinhead, il 29 novembre scorso, aveva fatto irruzione all’interno del chiostrino di Sant'Eufemia, a Como, dove era in corso una riunione di aderenti a “Como senza frontiere”, una rete che mette insieme decine di associazioni a sostegno dei migranti. Gli Skinhead avevano letto un comunicato per dire "Stop all'invasione" ed avevano poi lasciato la sala in cui era in corso l’incontro. Il blitz degli estremisti di destra era stato ripreso con un telefonino e fatto girare in Rete.

Leggi tutto
Prossimo articolo