Smantellato un traffico internazionale di droga tra Italia e Argentina

Le indagini sono state svolte anche all'estero (Ansa)
2' di lettura

L'operazione dei Carabinieri ha portato all'arresto di 12 persone coinvolte nell'organizzazione che riforniva di stupefacenti i locali notturni della zona di Palermo e Trapani

Un'operazione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Palermo condotta tra la Sicilia, Roma e Tolmezzo (Udine), ha permesso di porre fine a un traffico internazionale di sostanze stupefacenti che portava la droga dall'Argentina all'Italia, dove riforniva in particolare i locali notturni delle province di Trapani e Palermo. Il blitz delle forze dell'ordine ha portato all'arresto di 12 persone.

Operazione "Praesidium"

Tra gli arrestati vi sono alcuni appartenenti al mandamento mafioso di Bagheria. Secondo le indagini degli inquirenti, condotte anche in territorio estero nell'ambito di un'operazione denominata "Praesidium" e che hanno portato anche al sequestro di circa 5 chili di cocaina, il boss Nicolò Testa e il suo braccio destro avrebbero stretto un accordo con un procacciatore di cocaina per "importarne" ingenti quantitativi dall'Argentina, che sarebbero giunti in Italia da Buenos Aires all'interno di valigie di insospettabili corrieri.

La ricostruzione

Grazie alle intercettazioni portate avanti durante le investigazioni è stato poi possibile individuare nell'ambito del traffico scoperto l'esistenza di un gruppo di giovani palermitani che si erano accordati al fine di reperire gli stupefacenti da piazzare poi sul mercato attraverso una serie di pusher che agivano nei locali notturni. In particolare, le indagini hanno permesso di ricostruire l'acquisto in Argentina di 4,6 chili di cocaina, sequestrati presso l'aeroporto di Buenos Aires, e la cessione di un chilo di cocaina sulla piazza di spaccio palermitana, individuando un gruppo attivo nello spaccio di stupefacenti di vario tipo (cocaina, mdma, ecstasy, marijuana e hashish).

Leggi tutto
Prossimo articolo