Vaccinazioni obbligatorie, moratoria in Veneto fino al 2019

2' di lettura

Riguarda i bimbi da 0 a 6 anni: lo prevede un decreto firmato dal direttore generale della sanità veneta Domenico Mantoan. La Lombardia invece apre, Maroni: “Non voglio scontro con Governo”

Ci sarà tempo fino all'anno scolastico 2019-2020 in Veneto per presentare tutta la documentazione vaccinale per i bimbi da zero a sei anni ed evitare la decadenza dell'iscrizione dagli asili nido e infanzia: lo prevede il decreto che predispone le "indicazioni regionali in regime transitorio di applicazione della legge Lorenzin", firmato dal direttore generale della sanità veneta Domenico Mantoan. 

Regione: incongruenze nella legge Lorenzin

La scelta, in attesa dell'esito del ricorso contro la legge presentato dalla Regione alla Consulta, deriva - informa una nota della Regione Veneto - da incongruenze nella legge Lorenzin che non renderebbero chiari i tempi di applicazione della decadenza evidenziate dai tecnici della regione Veneto.

Vaccini, ambulatorio itinerante nel Palermitano

Lombardia, Maroni: non voglio scontro con Governo

La regione Lombardia, invece, sta valutando, dopo la nuova circolare del Governo, se approvare o meno l'annunciata delibera sull'applicazione della legge sui vaccini, valutazione che era prevista nella Giunta che si è riunita nella mattinata del 4 settembre ma che non ha preso una decisione. "Non voglio lo scontro col Governo - ha detto il presidente Roberto Maroni -. Ho parlato con la ministra Fedeli, ci siamo chiariti. Non c'è posizione di conflittualità, vogliamo risolvere il problema con la leale collaborazione tra istituzioni".


Leggi anche:
  • Corea del Nord, Putin: "Conflitto può portare a catastrofe nucleare"
  • Brescia, bambina di quattro anni morta di malaria autoctona
  • Stupri Rimini, oggi l'udienza per la convalida dei fermi
  • Terremoto, in Abruzzo scossa di magnitudo 3,7. Epicentro a Campotosto
  • Leggi tutto
    Prossimo articolo