Lago di Iseo, salvano ragazza che sta affogando poi muoiono

Lago d'Iso (Foto d'archivio)
1' di lettura

Avevano 23 anni ed erano di nazionalità ghanese. Intervenuti per prestare soccorso a una giovane in difficoltà sono poi rimasti inghiottiti dalle acque

Stessa età, stessa provenienza, stesso gruppo di amici. Quando è stato lanciato l'allarme erano già sott'acqua, uno a tre metri profondità, l'altro a sette, inghiottiti dalle correnti del lago di Iseo. Recuperati in condizioni disperate, sono morti poche ore dopo in due ospedali distinti. E' l'epilogo drammatico della gita al lago di due 23enne di nazionalità ghanese che avevano scelto Marone, nel Bresciano, per un sabato in compagnia di altri amici connazionali. Uno era residente a Bergamo, mentre il secondo a Rezzato, in provincia di Brescia.

Muoiono dopo aver salvato una amica

Da una prima ricostruzione pare che i due fossero entrati in acqua per aiutare una ragazza in difficoltà, ma tornando a riva sarebbero scivolati finendo immediatamente nell'acqua alta. E' stata proprio la ragazza, una volta arrivata sulla spiaggia, a chiamare i soccorsi dopo un primo intervento di altri bagnanti presenti. I due giovani sono annegati sotto gli occhi degli amici. Dopo le lunghe manovre di rianimazione sono stati trasferiti in ospedale, uno al Civile di Brescia e l'altro agli Spedali riuniti di Bergamo. Per entrambi il decesso è stato constatato nel tardo pomeriggio. La procura di Brescia con il sostituto procuratore Corinna Carrara ha aperto un'inchiesta per fare piena luce su quanto accaduto e ricostruire l'esatta dinamica. 

   

 

Leggi tutto
Prossimo articolo