Trentino, uomo ferito da un orso. Non è grave, ma è polemica

2' di lettura

Nel tardo pomeriggio di sabato un 69enne è riuscito a mettersi in salvo dopo che il plantigrado lo ha aggredito. L'assessore provinciale all'Ambiente chiede al governo: "Bisogna approvare norma di attuazione per permetterci di rimuovere gli esemplari più pericolosi"

Si torna a parlare di orsi in provincia di Trento dopo che nella tarda serata di sabato un uomo di 69 anni è stato attaccato e lievemente ferito da un plantigrado nella zona di Predera, nei pressi del lago di Terlago. L'uomo, un idraulico di Cadine, è rimasto ferito da un morso ad un braccio e si è messo in salvo gettandosi in un canalone. Quindi è stato soccorso e trasportato con un elicottero all'ospedale Santa Chiara di Trento dove è stato medicato.

Provincia di Trento: "Rimuovere esemplari di orsi pericolosi"

L'assessore provinciale all'Ambiente, Michele Dallapiccola, si è recato in ospedale per accertarsi delle condizioni dell'uomo ferito, ha sollevato il problema della presenza di esemplari di orsi potenzialmene pericolosi.  "Seguiamo con grande rammarico e preoccupazione per la salute della persona coinvolta gli esiti, per fortuna non gravi, di questo nuovo attacco a un uomo da parte di un orso. E' urgente che il Governo si faccia carico dell'approvazione della norma di attuazione da noi depositata da più di un anno, unica strada che può consentirci di rimuovere gli esemplari pericolosi" ha affermato Dellapiccola. 

Si cerca l'orso che ha aggredito l'uomo

"Le nostre squadre forestali - ha spiegato - stanno intensificando il monitoraggio della zona teatro dell'incidente. Lo scopo immediato è mettere in sicurezza tutta l'area e raccogliere campioni biologici che ci permettano di identificare il soggetto al fine di decidere sui provvedimenti da adottare". Nel frattempo il presidente Rossi ha immediatamente informato il ministro all'ambiente, Gian Luca Galletti, dell'accaduto, "anche se la Provincia ha le idee chiare sul da farsi: l'approvazione della norma di attuazione - ha ribadito l'assessore - con la possibilità di rimuovere i soggetti pericolosi dal nostro territorio".

Leggi tutto
Prossimo articolo