Napoli, stupro di gruppo su ragazza minorenne: tre indagati

2' di lettura

La giovane sarebbe stata aggredita da tre minori mentre si trovava sugli scogli di Marechiaro. Dopo l'accaduto si sarebbe fatta visitare all'ospedale San Paolo. Qui sono stati prelevate tracce biologiche da comparare con quelle dei sospettati

Lo stupro di gruppo sarebbe avvenuto lo scorso giugno, a Napoli, sugli scogli di Marechiaro, in pieno giorno. E la vittima sarebbe una ragazza minorenne sorpresa da tre giovani suoi coetanei che avrebbero abusato di lei. I carabinieri di Bagnoli, coordinati dalla procura dei minori, indagano sulla vicenda, dopo che la madre della giovane, venuta a conoscenza di quanto successo, ha deciso di denunciare l’accaduto. La ragazza, infatti, non aveva subito trovato il coraggio di raccontare i fatti, e aveva inizialmente sostenuto di aver avuto un rapporto consensuale. Poi, trascorso del tempo, avrebbe scelto di rivelare l’episodio della violenza e di rivolgersi agli agenti. 

Le tracce biologiche e l’identificazione dei presunti colpevoli

La ragazza ha ricostruito insieme agli inquirenti quanto successo, dai primi tentativi di palpeggiamento all’abuso. Dopo il presunto stupro, la giovane si era fatta visitare all’ospedale San Paolo, dove erano state prelevate tracce biologiche dal suo corpo. Ora queste dovranno essere analizzate per compararle con quelle dei ragazzi sospettati di aver violentato la coetanea. Fino a questo momento, ne sono stati identificati tre, tutti minori, anche grazie ai social network. Ma si sospetta che ci fossero altre persone con loro che però non avrebbero partecipato direttamente alle violenze. Intanto, uno dei ragazzi finiti sotto inchiesta ha dato il consenso affinché venga prelevato il suo Dna per condurre gli accertamenti.

 

Leggi tutto
Prossimo articolo