Traffico di droga, arresto per “Genny ‘a carogna”

Gennaro de Tommaso durante la finale di Coppa Italia del 2014 (Ansa)
1' di lettura

Gennaro de Tommaso, già ai domiciliari per reati simili, è finito in carcere. L’ex ultras del Napoli, noto per la “mediazione” con i calciatori del Napoli durante la finale di Coppa Italia del 2014, sarebbe a capo di un gruppo che importava stupefacenti dall’Olanda

Nuovo arresto per Gennaro de Tommaso, l’ultras del Napoli conosciuto come "Genny ‘a carogna”. I carabinieri del Comando provinciale di Napoli hanno arrestato 16 trafficanti di droga e a capo del gruppo criminale ci sarebbe proprio l’ex capo-ultrà napoletano noto per la "mediazione" con i giocatori del Napoli durante la finale di Coppa Italia a Roma il 3 maggio 2014  Napoli-Fiorentina. In quell'occasione, negli scontri tra tifoserie fuori dall'Olimpico, fu ucciso Ciro Esposito. De Tommaso era già ai domiciliari in Toscana per reati di droga. Ora per lui è scattato il carcere. 

Le indagini

Nel corso delle indagini i militari dell'Arma hanno documentato collegamenti tra fornitori di droga olandesi e il gruppo criminale di Forcella capeggiato da "Genny ‘a carogna". Il gruppo organizzava l'importazione e il trasporto in Italia su autoarticolati di grandi quantitativi di marijuana e amnesia e gestiva i rapporti con i capi e gestori di numerose piazze di spaccio sul territorio napoletano e nazionale. L’operazione è in continuità con quella che a gennaio portò a circa 100 arresti.

Leggi tutto
Prossimo articolo