Francesca Re David è la nuova segretaria generale della Fiom

Francesca Re David e Maurizio Landini (LaPresse)
3' di lettura

E' la prima donna a ricoprire la carica. Romana di 57 anni, ha alle spalle una storia di militanza nel Pci e di dirigenza all'interno della Fiom. Succede a Maurizio Landini, suo sponsor principale, che ora punta alla Cgil

Francesca Re David è la nuova segretaria generale della Federazione Impiegati Operai Metallurgici. Lo ha deciso l'assemblea generale dei metalmeccanici della Cgil che, su proposta del segretario uscente Maurizio Landini, ha scelto Re David con un voto quasi unanime.

La votazione

Prima donna a ricoprire questo ruolo in 115 anni di storia della Fiom, Francesca Re David ha ottenuto 221 voti su 246, cioè il 90% delle preferenze. La sua elezione rappresenta da una parte un segno di continuità sindacale rispetto all'era Landini, ma dall'altra un punto di svolta. Oltre a essere la prima donna alla guida della Fiom, Re David, romana, rompe il dominio reggiano alla guida dell'organizzazione che durava da sedici anni: ai sette anni di Landini vanno infatti sommati i nove di Gianni Rinaldini.

Chi è Francesca Re David

La nuova segretaria, 57 anni, è laureata in Storia con una tesi sul Pci e la Comunità europea di difesa. Da 39 anni è sposata con il giornalista e regista Fabio Venditti con il quale ha due figlie, Chiara e Margherita. La sua militanza politica inizia da giovanissima nella sezione del Pci di Ponte Milvio, un'esperienza che la porterà, nel 1987, a collaborare con la Cgil occupandosi di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Sempre in quel periodo si avvicina alla Fiom, con cui avvia un progetto di formazione sull'innovazione tecnologica che si conclude, nel 1990, con sei mesi da cooperante in Brasile insieme ai metalmeccanici della Cut. Nel 1997 entra nella segreteria nazionale della Fiom dove diventerà, alla fine del 2013, segretaria generale dell'organizzazione per Roma e il Lazio. È a lei che si deve l'ultimo accordo sul contratto di categoria, un accordo storico perché unitario tra Federmeccanica e Fiom-Fim-Uilm.

La soddisfazione di Landini

La candidatura di Re David alla massima carica della Federazione è stata sponsorizzata dal segretario uscente Maurizio Landini che ha definito la collega "una tosta davvero". Secondo Landini: "Serve avere esperienza pratica – ha detto - serve avere conoscenze, non amicizie, e serve avere capacità contrattuali, ma anche capacità di relazione, capacità di lavorare in gruppo con i compagni e le compagne, e una capacità di ascolto anche più alta di quella che posso aver avuto io. Queste sono le caratteristiche che ci hanno fatto pensare a Francesca". L'approdo di Re David alla guida del sindacato di Corso Trieste è legata a doppio filo all'arrivo del suo predecessore alla Cgil. L'ex leader della Fiom ha lasciato i metalmeccanici in vista del 3 novembre 2018, data in cui scadrà il secondo e ultimo mandato di Susanna Camusso alla guida della segreteria di Cgil. Sono in molti a vedere in Landini uno dei papabili candidati a ricoprire la carica di guida del sindacato più grande d'Italia. L'ex numero uno di Fiom è infatti entrato lo scorso 11 luglio nella segreteria confederale di Cgil. A vedersela con lui dovrebbero esserci: Vincenzo Colla, in segreteria nazionale ed ex segretario della Cgil Emilia-Romagna, e Serena Sorrentino, attualmente alla guida della Funzione pubblica.

Leggi tutto
Prossimo articolo