Terremoti, Enea brevetta sistema antisismico per muri più sicuri

Tamponature danneggiate da scosse (foto ufficio stampa Enea)
1' di lettura

Il kit, composto da piani cordati e pannelli in fibra di canapa, coniugherebbe sicurezza, risparmio energetico e sostenibilità

Un sistema antisismico per pareti che coniugherebbe sicurezza, risparmio energetico e sostenibilità. È quello che ha brevettato Enea, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile.

Tamponature rinforzate

Il sistema consiste in un kit prefabbricabile e modulare composto da piani cordati, resistenti e deformabili, e pannelli in fibra di canapa (buoni isolanti): combinati tra loro, secondo le ricerche e i test Enea, sarebbero in grado di contenere gli effetti espulsivi provocati dalle scosse sismiche e garantire allo stesso tempo comfort termoacustico e isolante. Il sistema, applicabile sia su edifici nuovi sia già esistenti, andrebbe a rinforzare le tamponature, cioè gli elementi che delimitano gli ambienti di un fabbricato e che spesso vengono “espulsi” in caso di scosse (provocando danni gravi anche in assenza di lesioni importanti alle parti strutturali). “Questa soluzione di rinforzo per le tamponature potrebbe trovare impiego anche all’interno di Casa Italia, il piano per la messa in sicurezza del territorio nazionale lanciato dal governo dopo il terremoto del 24 agosto scorso”, ha detto la ricercatrice Enea Concetta Tripepi.

Leggi tutto
Prossimo articolo